Home / Attualità / Economia e Risparmio / Fondi pensione, cosa sono e come funzionano

Fondi pensione, cosa sono e come funzionano

fondi pensioneI lavoratori in età avanzata si dividono in due categorie: quelli che vogliono avere una pensione cospicua e quelli che vogliono una vecchiaia tranquilla. Questi ultimi si accontentano di maturare una pensione basata sugli ultimi stipendi, e non fanno niente, lasciando gestire il proprio Tfr all’azienza o all’Inps; gli altri invece vogliono investire per poter avere una pensione più alta, anche però a fronte di un rischio maggiore. Questi si affidano così nella maggior parte dei casi ai fondi pensione.

I fondi pensione sono uno strumento finanziario, previsto dalla legge, che serve per far investire il proprio tfr, tutto o in parte, per poter ottenere una pensione integrativa che si vada ad affiancare a quella prevista dalla legge. Si tratta di uno strumento utile per chi ha la possibilità, e la certezza, di effettuare investimenti, anche non elevatissimi, ma per tanti anni. Più è lungo il periodo nel quale si investe nei fondi pensione e maggiori saranno i rendimenti.

Secondo i calcoli del Sole24Ore i rendimenti relativi al 2013 dei comparti garantiti da alcuni fondi negoziali ammontano a circa il 2,26% (con picchi fino al 3,4%) annuo. Ciò significa che una persona che ha investito mille euro vede una rivalutazione annua di circa 22,60 euro. La normale rivalutazione del tfr è chiaramente più bassa. È possibile inoltre effettuare investimenti di due tipi, cioè garanzia del valore nominale e reddito minimo garantito.

Nel primo caso, la garanzia del valore nominale permette di ottenere il rendimento in caso di pensionamento, in caso di morte (va agli eredi), invalidità ed inoccupazione continuata per 48 mesi. A fronte di un investimento però, va detto, come sempre il risultato può essere sia positivo che negativo. Il fondo pensione infatti investe il denaro in titoli azionari, di solito non ad alto rischio, i quali possono avere un rendimento elevato, e in questo caso fornire percentuali di rivalutazione elevate, o non andare bene, finendo con il rendere meno rispetto ad esempio agli investimenti nei titoli di Stato. Va però precisato che non c’è mai il rischio di vedere sfumare il proprio fondo pensione. Non lo si può perdere completamente, a meno di non finire nelle mani di qualche associazione poco onesta che prende i soldi e scappa, oppure nel caso di fallimento dell’azienda stessa o degli emittenti gli strumenti finanziari. In caso di fallimenti, non ci sono possibilità di risarcimenti.

Foto: Sxc

Potrebbe interessarti anche:

rating nazioni

Rating nazioni: cosa significa e come si calcola

Le agenzie di rating danno una valutazione mediocre dell'Italia...ma cosa significa per la vità quotidiana?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.