Home / Sport / Calcio / Sassuolo esonera Di Francesco, si pensa ad Inzaghi?

Sassuolo esonera Di Francesco, si pensa ad Inzaghi?

inzaghiEusebio Di Francesco saluta, stavolta definitivamente, il Sassuolo. Il tecnico del miracolo che ha portato la piccola squadra modenese (talmente piccola da non avere nemmeno uno stadio) fino in Serie A per la prima volta nella sua storia, è stato esonerato ieri sera dopo un’attenta riflessione da parte del patron della squadra, Squinzi. È stata fatale la sconfitta contro il Livorno, ultimo in classifica, arrivata in seguito a mezz’ora di follia quando i neroverdi hanno incassato 3 gol senza riuscire a rialzare la testa, e rischiando di prenderne altri.

A poco è servita la reazione della squadra che ha riaperto la partita con un rigore di Berardi e nella ripresa ha almeno tentato di pareggiare. E a poco sono servite anche le imprese dei ragazzi di Di Francesco che hanno strappato punti pesanti in questo campionato contro grandi club come Milan, Napoli e Roma. Il tecnico, ex calciatore del Piacenza, è rimasto in bilico dall’inizio del campionato, e adesso è precipitato.

Di Francesco diventa così l’undicesimo allenatore esonerato dopo appena 21 giornate di campionato. Ed ora è bagarre sul nome del sostituto. Nelle prime ore sembrava che il super favorito fosse Ciro Ferrara, ex allenatore della Juventus e della nazionale Under 21 che però, dopo la brutta esperienza dello scorso anno alla Sampdoria, è finito un po’ nel dimenticatoio. Il sogno di Squinzi è però Pippo Inzaghi.

Anche se Galliani dice che Inzaghi (attuale allenatore della Primavera rossonera) non si muove, Squinzi fa pressione sul suo amico Berlusconi per liberarlo. Dopotutto non è stato voluto sulla panchina del Milan dopo l’esonero di Allegri (gli è stato preferito Seedorf) e probabilmente la realtà di Sassuolo sarebbe un’ottima palestra prima dell’esordio su una panchina importante come quella milanista. Nell’attesa di scoprire se Berlusconi riuscirà a convincere Galliani, il Sassuolo si tutela e comincia a contattare anche altri allenatori noti. Uno potrebbe essere Roberto Di Matteo che in Premier League ha fatto ottime cose sulla panchina del Chelsea sulla quale ha vinto anche la Champions League del 2012, ma attualmente è disoccupato. Resta da vedere se sarà disposto ad abbassarsi lo stipendio così drasticamente. Il nome di riserva infine sarebbe quello di Malesani, magari uno meno affascinante, ma sempre uomo di esperienza abituato forse più dei colleghi a barcamenarsi nei bassifondi della classifica.

Foto: Inzaghi su Wikipedia

Potrebbe interessarti anche:

serie a 2017-2018

Serie A 2017-2018: tutti i verdetti

Alla Juve il suo settimo scudetto di fila: ecco tutti gli altri risultati stagionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.