Home / Attualità / Politica / Dimissioni De Girolamo, Governo a rischio?

Dimissioni De Girolamo, Governo a rischio?

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

de girolamo

Il Governo Letta passerà alla storia per diversi motivi. È quello che, almeno a suo dire, dovrebbe risolvere la più grande crisi della storia repubblicana, ma è soprattutto quello dell’accordo tra sinistra e Berlusconi. C’è però un altro motivo per il quale questo Governo è a suo modo storico: mai così tanti ministri si sono dimessi. In un’Italia in cui i politici sono attaccati con l’Attack alla poltrona, siamo già a due ministri che hanno deciso volontariamente di abbandonare la carica.

La prima fu Josefa Idem, Ministro dello Sport, e dopo che hanno rischiato (e rischiano ancora) di seguirla ministri come Cancellieri e Giovannini, ad auto-esonerarsi è il Ministro De Girolamo, responsabile delle Politiche Agricole. E potrebbe non essere l’ultima. Il ministro campano si è infatti dimessa ieri sera perché non si è sentita “difesa” dal Governo in questo periodo in cui le arrivano bordate da ogni parte.

Lei è finita al centro di un’inchiesta aperta a Benevento su un giro di appalti truccati e corruzione nella sanità della sua città che però non la vede indagata. La sua responsabilità deriverebbe dal fatto che alcuni appalti sarebbero andati a suoi parenti o persone a lei collegati, senza una corretta gara. La De Girolamo si è difesa con le unghie e con i denti nelle scorse settimane, ma ieri proprio non ce l’ha più fatta. Ha così annunciato in via ufficiale:

Mi dimetto da Ministro. L’ho deciso per la mia dignità: è la cosa più importante che ho e la voglio salvaguardare a qualunque costo. Ho deciso di lasciare un ministero e di lasciare un governo perché la mia dignità vale più di tutto questo ed è stata offesa da chi sa che non ho fatto nulla e avrebbe dovuto spiegare perché era suo dovere prima morale e poi politico. Non posso restare in un governo che non ha difeso la mia onorabilità.

A far precipitare la situazione però, secondo le indiscrezioni del Corriere della Sera, non sarebbe stata l’indagine sulla sanità, ma una nuova inchiesta della Guardia di Finanza sulla gestione dei fondi comunitari di Agea, una società controllata al 51% dal Ministero delle Politiche Agricole e che ha il compito proprio di elargire milioni di euro. L’accusa mossa alla De Girolamo, che ancora non risulta indagata, è di aver messo dentro ad Agea alcuni suoi uomini di fiducia per controllare più direttamente tali fondi. Agea è accusata di frodi all’Unione Europea, e la De Girolamo si difende affermando che i fatti contestati risalgono a prima del suo insediamento al Ministero.

Ma dunque ora il Governo Letta rischia o no? Con le sole dimissioni della De Girolamo sembra di no, ma c’è un pericolo ancora maggiore che si chiama Legge Elettorale. Se non passasse infatti un altro ministro di Ncd, Quagliariello, ha annunciato che si tornerà al voto, e secondo alcune indiscrezioni anche lui è molto vicino alle dimissioni. Difficile, ma non impossibile, un rimpasto di governo, ma se da una parte c’è chi minaccia di farlo cadere se non passa la legge, e dall’altro c’è chi dice che appena passerà la legge, si andrà a votare, si intuisce che la vita del Governo Letta è ormai agli sgoccioli.

Foto: De Girolamo su Wikipedia

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments