Home / Attualità / Economia e Risparmio / Le assicurazioni più folli del mondo dello showbusiness

Le assicurazioni più folli del mondo dello showbusiness

emendamenti legge di stabilità

Ogni giorno tutti noi dobbiamo combattere con la crisi dei nostri tempi, e tra le spese a cui non si può rinunciare spesso c’è anche l’assicurazione. Tutti dobbiamo assicurare l’auto per legge (almeno chi ce l’ha), ma poi siamo spinti a redigerne altre tipologie come furto e incendio, kasko, e poi quelle sulla casa e sulla persona. Spesso sono molto costose per un rientro che non è nemmeno così certo. E così molte volte siamo spinti a fermarci solo a quella obbligatoria. A meno che non ci convenga. Alcune persone infatti lavorano con il proprio corpo e così le loro assicurazioni, alla gente comune, sembrano davvero folli. Ecco le più assurde che abbiamo trovato in rete.

Le star che più comunemente assicurano una parte del proprio corpo sono i cantanti. Un danno alle corde vocali sarebbe una tragedia per chi grazie a loro ci campa, e così diverse stelle dello spettacolo spendono migliaia di dollari per ricevere un indennizzo nel caso di “incidente” alla propria voce. È il caso di Bob Dylan o Rod Stewart che, in caso di problemi, riceverebbero un bel milioncino tondo tondo, oppure Mick Jagger che l’ha fatto per un milione e mezzo, o Bruce Springsteen che è arrivato ad assicurare la propria voce per ben 6 milioni di dollari.

Ma c’è anche chi lavora con i piedi, come i calciatori. Per assicurare le proprie preziosissime gambe il pluri Pallone d’Oro Lionel Messi paga la bellezza di 300 mila euro l’anno, circa un centesimo di quanto guadagna tra sponsor e stipendio, a fronte di un premio di una cinquantina di milioni. Il suo acerrimo rivale, Cristiano Ronaldo, è più fortunato. Per lui l’assicurazione la paga il suo club, il Real Madrid, che in caso di infortunio riceverebbe oltre 100 milioni di euro. E poi c’è chi esagera come David Beckham che ha assicurato non solo le sue gambe ma, visto che ormai non gioca più ma fa il modello e l’attore, ha preferito assicurare il suo volto per 40 milioni di euro. Chissà quanto sarà costretto a sborsare un eventuale aggressore che lo colpisse con un pugno. Tra i non calciatori il record va a Valentino Rossi che ha assicurato i suoi polsi per 12 milioni di euro, anche se risulta molto curiosa la polizza di Fernando Alonso: 10 milioni per i due pollici.

Nel mondo femminile sono le cantanti e le modelle quelle più interessante alle assicurazioni. L’attrice e cantante Jennifer Lopez ha fatto scalpore qualche anno fa quando ha assicurato il suo Lato B per un milione di dollari. Ancora di più valgono le gambe della super top model Heidi Klum che, in caso di incidente, intascherebbe 1,3 milioni. Ma restando sempre tra le top model, la più top di tutte, Naomi Campbell, ha deciso di fare ancora di più e arrivare ad assicurare tutto l’intero pacchetto per 2 milioni e mezzo. La più esagerata di tutte è però Mariah Carey che avrebbe assicurato le sue gambe addirittura per un miliardo. Più della sua voce.

Ma finché c’è di mezzo uno strumento di lavoro, si può anche comprendere. A volte però si eccede in maniera esagerata. È il caso di David Lee Roth, rockstar degli anni ’80, che è arrivato ad assicurare il suo sperma per un milione di dollari. Ma questa è un’altra storia.

Foto: © Thinkstock

Potrebbe interessarti anche:

conguaglio bollette

Conguaglio bollette: è possibile non pagarlo, guida alla contestazione

Nonostante sia illegale, alcuni gestori continuano a mandare conguagli di oltre 2 anni: ecco come fare ricorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.