Home / Sport / Calcio / Milan, addio Allegri, la panchina ad Inzaghi?

Milan, addio Allegri, la panchina ad Inzaghi?

max allegriLa storia d’amore tra Allegri e il Milan era finita da tempo, ma adesso è molto probabile che si arrivi alla separazione definitiva. La sconfitta contro il Sassuolo non è accettabile per una società come quella rossonera, soprattutto dopo aver subito 4 gol ed essere stati in vantaggio per 2-0. Oltre agli errori difensivi il Milan ieri è mancato di personalità, ad eccezione dei primi 13 minuti e degli ultimi 20, e questo è probabilmente legato al fatto che i giocatori sentono ormai che l’avventura del loro allenatore è arrivata al termine.

Berlusconi aveva tentato l’estate scorsa di liberarsi di Allegri, ma Galliani lo ha fatto desistere. Adesso ci pensa sua figlia Barbara ad ultimare ciò che il padre aveva iniziato. Ieri sera, dopo la partita persa, ha detto senza mezzi termini:

Inaccettabile, bisogna cambiare. Non è più tollerabile che i nostri tifosi assistano a prestazioni inaccettabili come queste.

E cambiamento sia. Va detto però che Barbara Berlusconi si occupa solo della sezione marketing e dunque l’ultima parola resta sempre a Galliani che si occupa dell’area tecnica. Anche lo stesso Allegri non ha nascosto che la sua avventura ormai volge al termine, quasi rassegnato al fatto che a fine anno andrà via. Resta solo da vedere se le 4 scoppole serviranno ad accelerare l’addio.

Va però specificato che prima di tutto il Milan, seppur tra mille difficoltà, è l’unica squadra italiana ancora rimasta in Champions League. Inoltre già mercoledì si torna in campo per la Coppa Italia, ed un cambio di allenatore con così poco tempo per lavorare è rischioso, specialmente perché, giocando con una squadra di Serie B, lo Spezia, una sconfitta sarebbe più che umiliante. Il Milan inoltre, trovandosi nella metà sbagliata della classifica, ha come unica possibilità di conquistare l’Europa per la prossima stagione vincere la Coppa Italia, o arrivare almeno in finale, e dunque non può sbagliare anche questo obiettivo.

L’allenamento di questa mattina lo dirigerà ancora Allegri, e mentre lo farà, Galliani incontrerà Berlusconi senior. Con lui deciderà se sia il caso di dare ancora fiducia al tecnico livornese o sostituirlo con qualcuno che ci metterebbe poco ad inserirsi come Pippo Inzaghi che da oltre un anno gravita intorno alla panchina rossonera. Il timore è che Superpippo si possa “bruciare” con una stagione deludente ed essere sostituito a fine stagione, e così la situazione resta ancora sospesa e solo Berlusconi potrà sbrogliare la matassa.

Foto: Allegri su Wikimedia

Potrebbe interessarti anche:

gironi mondiali 2018

Gironi Mondiali 2018: tutti i gruppi che si affronteranno in Russia

Tutto facile per Russia e Germania, insidiosi i gruppi di Inghilterra, Spagna e Brasile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.