Home / Salute / Salute, buoni propositi per il 2014 per un anno sano e sereno

Salute, buoni propositi per il 2014 per un anno sano e sereno

buoni propositi per il 2014 salute

Buoni propositi per il 2014: mettere in atto i buoni propositi per il 2014! Eh, già, perché alzi la mano chi non ha mai maturato una lista di buoni propositi per l’anno nuovo e non ne ha visti fallire molti miseramente dopo pochi giorni. Smettere di fumare, dimagrire, frequentare la palestra, vincere delle paure e tenere sotto controllo l’ansia, sono solo alcuni dei tanti buoni propositi per il 2014 che in molti stanno maturando in queste prime ore del nuovo anno, condividendoli sui social network, parlandone con gli amici, scrivendoli nero su bianco su un diario. Ma come evitare che i buoni propositi per il 2014 sbiadiscano sulla carta e si trasformino invece in miglioramenti concreti delle nostre vite?

Noi di M’informo Salute vogliamo concentrarci su tre dei buoni propositi che in tanti maturano ogni anno e che possono rendere la vita più sana e attiva: perdere peso, fare più attività fisica, smettere di fumare. Per cominciare bisogna fissare obiettivi realistici. Chi deve perdere peso e fare più attività fisica ma è abituato a mangiare in modo scorretto, è sedentario e non ama andare in palestra, quasi sicuramente troverà difficile iniziare ad allenarsi ai ritmi di un atleta e a mangiare esclusivamente cibi sani.

Senza contare che passaggi troppo drastici a diete ipocaloriche e ad attività fisiche intense possono comportare rischi e controindicazioni. Per quanto riguarda l’attività fisica, scegliete attività che vi divertono e dedicateci più tempo ad un’intensità maggiore. Dal ballo al giardinaggio, dalla bici all’orticoltura, non bisogna restringere il campo limitandosi a credere che senza palestra sia impossibile dimagrire. Chi ama camminare può camminare a passo veloce e dedicarsi al walking per mezz’ora, una o due ore al giorno, oppure andare a piedi al lavoro e al supermercato, o fare le scale. Possono sembrare esercizi da nulla, ma ridurre il tempo in cui si sta seduti a poltrire anche di mezz’ora al giorno ci farà sentire subito più energici e attivi, predisponendoci ad attività fisiche più intense nei mesi successivi.

Per quanto riguarda il passaggio ad una dieta sana, iniziate limitando il consumo di carne alle carni biologiche, bianche, e riducendo le quantità a favore della qualità. Provate le alternative golose vegetali, dal tempeh con cui fare gustose scaloppine alle cotolette di tofu. Sostituite il latte con alternative vegetali, come il latte di riso o di soia, e provate a cucinare i vostri piatti preferiti al forno o al vapore, con più spezie, senza burro formaggio e uova, e meno condimenti grassi. Riempite il frigo di frutta e verdura, scegliendo quelle che amate maggiormente e provando nuovi sapori. Basta una manciata di noci, un filo di salsa di soia e qualche carotina per rendere la triste insalatina croccante e saporita senza aumentare le calorie.

Basteranno questi pochi semplici cambiamenti ad ottenere sin da subito un grande risultato: rendervi conto che mangiare sano è più economico e vario di quanto credevate e non comporta rinunce impossibili, così come comprendere che fare più attività fisica non richiede troppo tempo e dedizione, non bisogna mica sottoporsi agli allenamenti impegnativi degli atleti professionisti!

Per quanto riguarda il terzo grande obiettivo: smettere di fumare, in questo periodo di crisi economica è bene, per riuscire a perseguirlo, utilizzare per acquisti più salutari i soldi riservati alle sigarette. Una cena dal giapponese a base di pesce, un vestito nuovo, una seduta dall’estetista, un weekend in campagna, un libro, un paio di orecchini. Mettete da parte ogni giorno i 5 euro in media destinati al pacchetto di morte e scoprirete di avere oltre 1825 euro all’anno da spendere in viaggi, cene, vestiti, regali, risparmi e altre cose che vi rendono felici e fanno felici le persone che amate.

Spesso a renderci nervosi sono gli imprevisti e la mancanza di svago, un nervosismo smaltito con le sigarette. Se invece avessimo un bel gruzzoletto da parte per non farci cogliere impreparati dagli imprevisti e riuscissimo ad investire più risorse economiche nelle nostre passioni, avremmo bisogno di fumare meno senza sforzi. Ovviamente ognuno trova le sue strategie per smettere di fumare, ma oltre a quella primaria della salute, la spinta della ricompensa economica è sicuramente un incentivo molto forte che ha funzionato per tantissime persone.

Buon inizio anno da M’informo Salute, con l’augurio che sia un 2014 sereno e sano, pieno di buoni propositi da concretizzare passo dopo passo, rendendoci non perfetti ma sicuramente migliori di ieri.

Disclaimer

Foto: © Thinkstock

Potrebbe interessarti anche:

ciclo mestruale ogni 25 giorni

Ciclo mestruale ogni 25 giorni: quando è normale e quando è irregolare

Hai il ciclo mestruale ogni 25 giorni? Scopri quando è normale e quando invece è irregolare e segnala un problema di salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.