Home / Sport / Calcio / Calciomercato: da Gonalons a Lamela, tutti gli affari nel mirino delle italiane

Calciomercato: da Gonalons a Lamela, tutti gli affari nel mirino delle italiane

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

calciomercatoTra pochi giorni, con l’inizio del nuovo anno, si aprirà nuovamente il calciomercato. Le squadre italiane, uscite malconce dalle coppe europee (due su tre sono state eliminate dalla Champions League ed una anche dall’Europa League) si dovranno rinforzare per concludere al meglio la stagione, ma anche i club che giocano solo in campionato sono impegnati a rinforzare la propria rosa per migliorare la propria classifica deficitaria (vedi ad esempio la Lazio) o tentare di salvarsi. Ecco i principali colpi di mercato che ci attenderanno durante tutto il mese di gennaio.

Il club più attivo è sicuramente il Napoli. Stando alle ultime voci di radiomercato De Laurentiis avrebbe già messo a segno due colpi importanti, ovvero il centrocampista Gonalons del Lione, costato una cifra tra i 12 e i 13 milioni di euro, e l’esterno Antonelli del Genoa. Ma non finisce qui, visto che Benitez continua a chiedere uno, o anche due, centrali. Gli obiettivi sono i suoi pupilli del Liverpool Skrtel e Agger, con quest’ultimo che ha più probabilità di arrivare. L’alternativa è N’Kolou. Più difficile invece è Mascherano. Tra le partenze ci sono Paolo Cannavaro e Armero.

Chi ha più bisogno di rinforzi è invece il Milan. Due sono già arrivati, ovvero Honda e Rami, ma a breve potrebbe arrivare anche un terzo, ovvero Nainggolan. Su di lui c’è la concorrenza della Roma mentre Inter e Juve lo seguono da più lontano solo interessate ma non intenzionate a prenderlo durante questa finestra di mercato. L’affare più importante però sarà trattenere Balotelli, anche se, dalle ultime indiscrezioni, pare che non vada via almeno fino alla fine della stagione. Per l’esterno sinistro, che però non è detto che arrivi, si studia D’Ambrosio, anche se il sogno è Fabio Coentrao. Ma i circa 20 milioni richiesti dal Real sono troppi per le casse rossonere. In uscita ci sono Vergara, Gabriel, Saponara e Nocerino.

Altro club molto attivo sul mercato è l’Inter. In casa nerazzurra tutto ruota intorno a Guarin. Se andasse in Inghilterra potrebbe essere scambiato con Lamela (al Tottenham) o con Mata (Chelsea). Altrimenti ci sono altri club disposti a versare una quindicina di milioni che potrebbero portare l’Inter ad investire in qualche altro giocatore. Tra gli obiettivi ci sono nell’ordine Giovinco e Ibarbo, il primo in prestito (vuole giocare di più per guadagnarsi il Mondiale), il secondo a titolo definitivo o in comproprietà. Più staccato, quasi impossibile, Lavezzi che il PSG non vuole cedere. Piacciono anche Demba Ba, Paolo Cannavaro e Criscito, ma i due difensori possono arrivare se parte Ranocchia (occhio alla Juve), mentre più probabili per la fascia sono Menez, Basta o De Ceglie. Tra i partenti ci sono Kuzmanovic e Botta, e molto probabilmente uno tra Milito e Belfodil.

La Juve non vuole fare rivoluzioni visto che al momento è prima in classifica ed è la favorita per la conquista dell’Europa League, dunque ci saranno soltanto acquisti di contorno per completare la rosa. L’unico colpo importante può avvenire sulla fascia sinistra dove il sogno si chiama Nani (21 milioni ma solo se dimostrerà di aver superato l’infortunio al ginocchio), l’alternativa è Menez. Negli ultimi giorni si parla anche del possibile ingaggio di Cerci, ma la rivalità col Toro, seppur superata dopo l’affare Ogbonna, può rallentare la trattativa. Sempre più fredde le piste Nainggolan, Biabiany e Ranocchia, anche se restano in piedi. Se partisse uno tra Giovinco e Vucinic (più probabile quest’ultimo) si potrebbe pensare ad un attaccante, ma adesso questa non è una priorità. Le punte potrebbero rimanere anche quattro visto che, con il ritorno di Pepe ed il possibile acquisto dell’esterno sinistro eventualmente Conte può giocare con il 4-3-3. Tra gli obiettivi secondari anche Fabio Coentrao e De Bruyne, ma entrambi hanno una valutazione pazzesca e Conte li prenderebbe solo in prestito. Tra gli altri partenti uno tra Peluso e De Ceglie.

La sorpresa del campionato è però la Roma. L’obiettivo Champions League è alla portata di mano e perché no, anche il primo posto. La squadra va già bene così, ma un paio di ritocchi ci saranno durante questo mercato. I giallorossi hanno gli occhi puntati su Verona dove gli obiettivi sono Jorginho e Iturbe. Per prenderli entrambi però potrebbe essere sacrificato Strootman che piace in Inghilterra. Si continuano a seguire Nainggolan e Parolo, ma non sono priorità. Potrebbe invece partire Borriello ora che Destro è recuperato, ma dovrà essere sostituito e per adesso non si fanno nomi importanti. Probabile la partenza di Burdisso, il sogno per il sostituto è Heitinga. Si seguono anche D’Ambrosio, Montoya e Obiang.

Molto bene sta facendo anche la Fiorentina che però non ha i mezzi per portare a casa i colpacci. Un buon acquisto potrebbe essere il centrale del Manchester United Vidic, sempre meno sicuro del posto da titolare. Un altro potrebbe essere Criscito, ma con l’ingresso tra le concorrenti di Napoli, Inter e Manchester United è davvero difficile riuscire a prenderlo. Gli altri obiettivi sono per la difesa Musacchio e Kaboul, per il centrocampo Jorginho, ma è in vantaggio la Roma.

Chi ha bisogno più di tutti di rinforzi è però la Lazio, attualmente a metà classifica. Lotito vorrebbe Quagliarella, ma attualmente l’attaccante napoletano è il terzo nelle priorità di Conte e non è più cedibile, a meno di super-offerte che difficilmente il presidente biancoceleste è in grado di fare. Stesso discorso per Denis dell’Atalanta. Più probabile è invece il colpo in difesa Paolo Cannavaro, ma per il resto dipenderà dalla volontà di Edy Reja.

Tra le squadre cosiddette “piccole” è molto attivo è il Parma che vede i suoi pezzi pregiati (Cassano, Parolo, Biabiany, Paletta, giusto per citarne alcuni) nel mirino di molte squadre. Sicuramente partirà Valdes, intanto preso l’ex juventino Giandonato. La trattativa Cassano-Sampdoria è comunque lunga e tortuosa, e potrebbe anche concludersi con un nulla di fatto. Tra i colpi più importanti c’è senza dubbio il ritorno di Lodi al Catania, nella speranza di salvarlo, con i siciliani che potrebbero anche ingaggiare Bianchi per sostituire Maxi Lopez. In quel di Cagliari si parla molto di Nainggolan, ma i due che potrebbero partire più probabilmente sono Agazzi e Ariaudo, il primo perché fuori dal progetto di Lopez, in secondo perché non si accontenta del ruolo di primo panchinaro. Si punta al colpo grosso in porta, ovvero Julio Cesar, ma potrebbe essere sacrificato Astori. Da segnalare infine l’interessamento del Genoa per Belfodil e Padoin, quello del Verona e del Chievo per Andreolli, quello del Livorno per l’ex juventino Molinaro e quello del Sassuolo per gli attaccanti Belfodil, Zapata e Bianchi.

Foto: Lamela su Wikipedia

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments