Home / Ambiente / Vivere a basso impatto / Guidare la bici d’inverno, i consigli per evitare incidenti

Guidare la bici d’inverno, i consigli per evitare incidenti

biciclette

Una delle più comuni obiezioni che i ciclisti, o aspiranti tali, fanno quando gli si chiede di lasciare a casa l’automobile e spostarsi sulle due ruote è: ma d’inverno come si fa? Il freddo, la pioggia, a volte persino la neve, non è per nulla semplice spostarsi in bicicletta senza l’aria condizionata dell’auto da dicembre fino a marzo. Eppure il modo c’è eccome. Basti pensare che i Paesi dove le biciclette sono più diffuse sono paradossalmente quelli più freddi. Danimarca e Olanda (ma anche Svezia ed altri Paesi nordici) ci insegnano che spostarsi in bicicletta si può anche d’inverno. Come fanno? È presto detto.

1 – Abbigliamento. Un errore comune che si fa è di imbacuccarsi con cappotti pesanti per ripararsi dal freddo, per poi arrivare a destinazione belli sudati e probabilmente beccarsi un malanno. I cappotti pesanti sono consigliati per chi si sposta a piedi perché non si riscalda più di tanto. L’abbigliamento migliore per un ciclista d’inverno, ovviamente a seconda della temperatura esterna, è rappresentato da un maglione pesante, eventualmente anche due maglioni, ed un cappotto leggero. Quando infatti ci si riscalda in sella alla bici, una giacca più leggera consente al calore di fuoriuscire, evitando di farci sudare. Un piumino invece ci riscalda ancor di più, rendendo il viaggio un inferno. Consigliabili anche pantaloni da pioggia.

2 – Accessori. Coprire le estremità del corpo è importante perché sono le prime che ghiacciano. Dunque fondamentali sono i guanti, preferibilmente in ecopelle o di qualche altro materiale che non si inzuppi se piove e non faccia perdere aderenza con il manubrio; ai piedi sono importanti gli stivali o perlomeno scarpe impermeabili e calde, e poi immancabile la sciarpa ed un passamontagna o qualsiasi tipo di copertura per la testa da indossare sotto il caschetto.

3 – Equipaggiamento bici. È fondamentale anche equipaggiare la bicicletta in maniera corretta. D’inverno l’illuminazione è inferiore che d’estate, quindi assicurarsi che il proprio mezzo sia dotato di luci e catarifrangenti. Sarebbe preferibile indossare una giacca con colori sgargianti che assicuri visibilità, oppure un giubbino rifrangente come quello in dotazione agli automobilisti. Quando piove pesantemente, c’è nebbia o nevica diventa fondamentale aumentare il più possibile la propria visibilità. Non dimenticarsi di indossare il casco, le scivolate sono sempre possibili.

4 – Manutenzione. La bicicletta dev’essere in perfette condizioni per viaggiare d’inverno, proprio come un’auto. Dunque controllare che le gomme non siano lisce, che la catena sia ben oliata, che i freni funzionino correttamente e che le luci si accendano.

5 – Guidare con prudenza. Questa regola vale sempre, ma ancor di più d’inverno con le strade ghiacciate. Mantenere una velocità bassa se l’asfalto è scivoloso e cercare di camminare dove il manto stradale concede maggior attrito con le ruote. Inoltre cercare di aggregarsi ad altri ciclisti. Se si è in tanti si aumenta la propria visibilità e si riduce il rischio di incidenti.

Foto: © Thinkstock

Potrebbe interessarti anche:

smartbike

Smartbike: il futuro della bicicletta è Volata?

Arriva la smartbike: un po' bici a pedalata assistita, un po' smartwatch e un po' intrattenimento da auto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.