Home / Sport / Calcio / Milan 2.0: inizia l’era Galliani – Barbara Berlusconi

Milan 2.0: inizia l’era Galliani – Barbara Berlusconi

lady b

Dopo settimane di frecciatine, alla fine in casa Milan è scoppiata la pace. Adriano Galliani e Barbara Berlusconi sono passati dal “o io o lei” agli abbracci di un’alleanza che, a dirla tutta, sembra ancora molto incerta. Come sempre è stata fondamentale l’intermediazione del presidente del club, Silvio Berlusconi, il quale probabilmente spinto dalla necessità di non pagare la lauta buonuscita al suo attuale amministratore delegato (si parla di circa 50 milioni) è riuscito a trattenerlo, senza però scontentare sua figlia.

Come già preannunciato dallo stesso Berlusconi, Galliani si occuperà dell’area tecnica, Barbara invece di quella economica. Due compartimenti stagni che rendono possibile la coesistenza di due amministratori delegati. Le voci che si rincorrevano nei giorni scorsi sono state ufficializzate nella giornata di ieri dalla società che ha inviato un comunicato nel quale si parla di “nuovo assetto organizzativo della società”.

Ma tanto nuovo dopotutto non è. Difatti Galliani continua a governare il comparto dove è il numero uno in Italia e forse al mondo, e l’unica novità è l’inserimento nell’organico di Barbara Berlusconi in un settore che Galliani non aveva curato poi tantissimo negli ultimi anni. Come vice presidente infatti resta Paolo Berlusconi, così come vengono confermati tutti gli altri consiglieri Cannatelli, Cantamessa, Cefaliello, Foscale e Marchesi. Al suo posto rimane anche Ariedo Braida, direttore sportivo, ed insomma alla fine non si muove nulla e tutto rimane come prima.

L’unica cosa che resta da vedere è se davvero Galliani collaborerà con Barbara Berlusconi, e soprattutto se Barbara Berlusconi collaborerà con Galliani. Lady B infatti voleva mettere nei ruoli di dirigenza, specialmente nel settore sportivo, “suoi uomini di fiducia” come Maldini, Albertini e Sogliano, mentre adesso praticamente l’unica ad entrare in società è lei. Da oggi ufficialmente nasce il nuovo Milan basato sulla collaborazione tra le due personalità di spicco, ma guardandolo dall’esterno sembra più un armistizio che potrebbe interrompersi ai primi malumori o alle prime sconfitte. Quanto ci metterà Barbara Berlusconi a criticare le scelte di mercato di Galliani? È questa la domanda che molti tifosi rossoneri si stanno facendo.

Potrebbe interessarti anche:

serie a 2017-2018

Serie A 2017-2018: tutti i verdetti

Alla Juve il suo settimo scudetto di fila: ecco tutti gli altri risultati stagionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.