Home / Sport / Formula Uno / Formula 1 2014, le novità nel regolamento

Formula 1 2014, le novità nel regolamento

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

regolamento formula uno

Ogni anno la Fia cerca il modo di inserire nel regolamento della Formula 1 qualche novità interessante per rendere sempre più avvincente il campionato, nonché cercare di lasciare la suspance fino all’ultimo momento. La noia che si è impossessata del campionato quest’anno (Vettel aveva praticamente già vinto dopo mezza stagione) porta minori entrate per le casse della Federazione, e per questo ecco l’ultima geniale trovata degli uomini del Circus: rendere doppi i punti nell’ultimo Gran Premio.

Per evitare che l’ultima gara dell’anno sia inutile perché matematicamente il primo in classifica è diventato irraggiungibile, ecco che la Commissione della Formula 1 riunita a Parigi ha deciso che al pilota che taglierà il traguardo per primo nell’ultima gara dell’anno andranno 50 punti anziché 25; al secondo 36. Ed anche tutti gli altri vedranno raddoppiare il proprio punteggio. Se questo regolamento fosse già entrato in vigore negli anni scorsi, in questa stagione non sarebbe cambiato nulla, ma nel 2012 Fernando Alonso si sarebbe laureato campione del mondo visto che ha vinto l’ultimo Gran Premio e, se i punti fossero stati doppi, avrebbe superato proprio Sebastian Vettel.

Ma le novità non finiscono qui. Cambierà anche la disposizione dei numeri. Oggi al campione del mondo va il numero 1 e al suo compagno il 2; il secondo dell’anno precedente ha diritto al numero 3 ed al compagno va il 4, e così via. Dalla prossima stagione verrà assegnato soltanto il numero 1, quello che va al campione del mondo in carica, mentre tutti gli altri, dal 2 al 99, verranno scelti dai piloti. Non significheranno più nulla a livello di incassi di merito, ma saranno legati semplicemente ad una questione scaramantica dei piloti. Un po’ come accade con le moto dove vediamo da sempre Valentino Rossi guidare con il numero 46 stampato sulla carena. Inoltre il numero 1 sarà facoltativo, nel senso che spetta di diritto al vincitore, ma se per una questione scaramantica o di marketing il pilota vorrà sceglierne un altro, sarà libero di farlo.

Foto: © Thinkstock

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments