Home / Sport / Calcio / Risultati Serie A 15a giornata: la Juve prova la fuga

Risultati Serie A 15a giornata: la Juve prova la fuga

juventus

La Serie A comincia ad esprimere sempre più chiaramente i rapporti di forza tra le venti squadre che la compongono. La Juventus sembra veleggiare tranquillamente verso il terzo scudetto consecutivo, mentre in fondo alla classifica il Catania sembra sin da ora condannato alla retrocessione. Ma analizziamo i risultati della giornata di Serie A numero 15.

I bianconeri partono subito forte mettendo pressione sulle dirette concorrenti, e contro il Bologna portano a casa la settima vittoria consecutiva, peraltro senza subire reti. Un gol per tempo, Vidal e Chiellini, tolgono ogni dubbio sulla vera forza di questo squadrone che sembra non avere rivali nel nostro campionato. Una vittoria doppia perché arrivata in regime di turnover (i titolari in campo erano solo 5), il che dimostra che anche con le riserve la Juve è in grado di fare i tre punti.

Ai tre punti arriva anche la Roma ma fa una fatica pazzesca contro la Fiorentina. La vittoria dei giallorossi però ha tanti significati e vale forse anche più di quella dei bianconeri. I tre punti infatti sono arrivati contro una squadra da fascia alta, l’unica ad avere battuto finora i ragazzi di Conte, ed in più la vittoria è arrivata grazie al gol dell’attaccante che finora era mancato di più, Mattia Destro, all’esordio quest’anno dopo diversi mesi di assenza per infortunio.

Ma se la Roma tiene il passo, le altre non possono dire altrettanto. In una rocambolesca partita infatti il Napoli getta dalla finestra letteralmente due punti andando a pareggiare in casa contro l’Udinese orfana pure di Di Natale. Dopo essere stato in vantaggio di due gol, il Napoli si è fatto distrarre dal pensiero Champions ed ha dimenticato di difendere la propria porta. Adesso che vede la Juve allontanarsi a +8 sembra che il recupero sia impossibile. Ma lo stesso può dire anche l’Inter che con lo stesso risultato del Napoli, 3-3, getta alle ortiche la possibilità di rimonta. I nerazzurri vanno sotto due volte contro il Parma, ma anche dal risultato di vantaggio alla fine si fanno riprendere. Tutto gioco in favore della Juve che praticamente elimina dalla corsa scudetto tre squadre in un colpo solo.

Al momento sembra che per il primo posto restino in lotta soltanto Juventus e Roma mentre per il terzo posto e gli altri due posti che mandano in Europa League ci siano Napoli, Inter e Fiorentina. Si rialza l’Hellas Verona, dopo due sconfitte consecutive, e ribalta il risultato contro una buona Atalanta portandosi a -2 dalla Fiorentina e a +6 dalle inseguitrici. Ad oggi, Coppa Italia permettendo, l’Hellas andrebbe in Europa League. In tutto questo discorso manca il Milan, non a caso. Pareggiando malamente contro il Livorno, dopo aver persino rischiato di perdere, la squadra di Allegri praticamente si auto-elimina dalla corsa all’Europa. L’unica speranza per qualificarsi per l’Europa League dell’anno prossimo sembra essere la Coppa Italia, mentre per la Champions ormai è una missione impossibile visto che i punti che mancano dal terzo posto sono già quattordici.

In fondo alla classifica il Catania sembra ormai spacciato. La sconfitta con l’altra squadra meno in forma del campionato, la Sampdoria, peraltro arrivata dopo un completo dominio dei blucerchiati, non fa altro che affossare ulteriormente i siciliani. Dopo 15 giornate i punti accumulati sono solo 9, ed il -5 dalla salvezza comincia a pesare. Anche perché le altre fanno quasi tutte punti. Il Livorno ne strappa uno al Milan, la Samp tre proprio al Catania ed il Chievo vince lo scontro diretto contro il Sassuolo. Solo il Bologna resta fermo al palo, ma attualmente sembra essere molto più avanti come condizione rispetto al Catania. Infine da segnalare a metà classifica la vittoria del Torino che rimette in crisi la Lazio (a +4 dalla retrocessione) e quella del Cagliari sul Genoa, vittoria agevolata da un clamoroso errore dell’arbitro che lascia ingiustamente in 10 il Genoa espellendo Manfredini e praticamente dando il via alla rimonta dei sardi.

Foto: Juventus su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

ranking uefa

Ranking UEFA 2017: l’Italia punta al secondo posto

Il ranking UEFA aggiornato alla fine del 2017 sorride all'Italia, mai così in alto da 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.