Home / Sport / Calcio / Milan, partono le trattative per il nuovo stadio

Milan, partono le trattative per il nuovo stadio

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

nuovo stadio milan

Non c’è ancora un nome, un progetto e nemmeno una data precisa, ma almeno l’intenzione di costruire un nuovo stadio c’è. Barbara Berlusconi e Adriano Galliani si sono trovati per una volta di comune accordo ed hanno avviato le trattative per fare in modo che il Milan abbia un giorno uno stadio di proprietà. Il modello è quello dello Juventus Stadium, che a sua volta si ispira all’Allianz Arena di Monaco di Baviera, o all’Emirates Stadium di Londra. In sostanza si tratta di un impianto in piena esclusiva della società che servirà non solo per ospitare le partite, ma anche per creare attività lavorative e di svago (ristoranti, negozi, ecc.).

Tra le poche certezze che si hanno in questo momento ci sono la data di inizio dei lavori ed il luogo. Per quanto riguarda la data, se ne parlerà a partire dal 2016 quando, una volta terminato l’Expo, le forze di costruttori e Comune saranno più libere di dedicarsi ad altre attività. Quella è la data in cui si spera si possano cominciare i lavori, ma non è detto che sia così. Il luogo, tanto per rimanere in tema, sarà proprio l’aria adiacente all’Expo.

L’intenzione è di sfruttare le infrastrutture esistenti (autostrade, fermate della metro e tanto altro), in modo da facilitare l’accesso agli impianti e velocizzare il processo di realizzazione visto che, secondo la dichiarazione d’intenti, mentre la società del Milan si occuperebbe dell’edificazione dello stadio e delle strutture adiacenti, gli “oneri di urbanizzazione” spetterebbero alle casse comunali. Resta da capire se, dopo la colata di cemento che ci sarà per l’Expo 2015, ci sarà spazio per un impianto da 120 mila metri quadrati.

Altro problema da risolvere è il rapporto con l’Inter. Anche la società di Thohir, specialmente con l’arrivo del nuovo presidente che aveva come intenzione principale la costruzione del nuovo stadio, sta pensando di traslocare. Lo staff del magnate indonesiano aveva individuato proprio l’area adiacente l’Expo come quella ideale per la costruzione del nuovo impianto. Ma costruire due stadi nello stesso posto, abbandonando San Siro, sarebbe una follia. Per questo, secondo le ultime indiscrezioni, Thohir sarebbe disposto a comprarsi l’attuale Stadio Meazza, ristrutturarlo e renderlo il nuovo stadio dell’Inter dal momento in cui il Milan avrà costruito il suo.

Al momento siamo comunque in alto mare ed in fase di proposte, ma per quanto riguarda i tempi, nella migliore delle ipotesi il programma potrebbe concludersi entro la stagione 2018/2019.

Foto: © Thinkstock

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments