Home / Sport / Calcio / Calciomercato Juventus, un esterno a gennaio, gli altri colpi a giugno

Calciomercato Juventus, un esterno a gennaio, gli altri colpi a giugno

lucas psg

Alla riapertura del mercato invernale manca poco più di un mese, e così i motori delle grandi squadre italiane cominciano a riaccendersi. Quello che sembra già caldo è quello della Juventus che in pratica non fa altro che riprovare con i vecchi obiettivi della scorsa estate. L’intenzione di Conte è di lasciare inalterata la squadra per 10/11, e di garantirsi semplicemente un esterno di sinistra, che all’occorrenza possa giocare anche a destra, in grado di permettergli di cambiare modulo e passare al 4-3-3.

I nomi più probabili sono quelli ormai arcinoti come Biabiany, Nani e Menez, ma nelle ultime ore si fa sempre più probabile anche l’arrivo di Lucas. Ma andiamo ad analizzarli. Se potessimo fare una classifica di probabilità, al primo posto ci sarebbe il francese del Parma. Ottime doti, grande duttilità, ottima conoscenza del calcio italiano. Unico problema è il costo, peraltro a metà tra Parma e Sampdoria. La soluzione prospettata in queste ore è uno scambio alla pari del prestito con Giovinco. La Formica Atomica ormai gioca molto poco alla Juve, e con il Mondiale alle porte sarebbe felice di tornare a Parma dove ha disputato la sua miglior annata. Biabiany invece non costerebbe nulla e darebbe a Conte l’opportunità di testarne le caratteristiche nel nuovo modulo.

Al secondo posto c’è Menez, ex Roma, ormai relegato in panchina fisso al PSG. Il suo contratto è in scadenza, così o i francesi lo vendono a gennaio super scontato (parliamo di una cifra intorno ai 7-8 milioni) oppure lo perderanno a giugno gratuitamente. La Juve non è l’unica sul francese, ma è quella con le ambizioni migliori. Poi c’è il suo collega, Lucas. Il brasiliano ex San Paolo è pure lui chiuso al PSG. Finora ha disputato soltanto 3 partite da titolare, e questo gli ha fatto anche perdere posizioni nella nazionale brasiliana. Con i mondiali casalinghi non vuol perdere il posto da titolare verdeoro (o addirittura la convocazione), e per questo ha chiesto la cessione a gennaio. Impossibile trovare qualcuno che sborsi i 40 milioni pagati quest’estate, quindi è probabile che venga ceduto in prestito. La Juve è in pole position in quanto, in caso di riscatto la prossima estate, potrebbe essere scambiato con Pogba, seguito dai francesi, con tanto di assegno sostanzioso per il conguaglio in favore dei bianconeri.

Il meno probabile, ma ancora possibile, è il portoghese Nani. Dopo il rinnovo, le promesse fattegli da Moyes non sono state mantenute. Su 17 partite ufficiali del Manchester United lui ne ha disputate solo 5. Inoltre più tempo passa in panchina e più il suo cartellino si deprezza. Per questo un’offerta da 15-20 milioni a gennaio potrebbe convincere i Red Devils.

Per il centrocampo la Juventus ha un altro giocatore sotto controllo. È Radja Nainggolan che attualmente è conteso da Juve e Inter. Thohir vorrebbe portare il suo connazionale in nerazzurro, e sicuramente sarebbe disposto a sborsare una cifra superiore a quella della Juve, ma Cellino ha rapporti migliori con i dirigenti bianconeri che sono gli unici ad aver presentato finora un’offerta, senza però mettere pressione. Ad ogni modo Nainggolan potrebbe arrivare solo se il Cagliari fosse in una posizione tranquilla al 30 gennaio, ed attualmente non sembra che ciò possa avvenire.

Obiettivi estivi

Oltre a queste trattative, Marotta e Paratici stanno studiando anche la possibilità si mettere a segno altri due colpi. Uno è in attacco, nell’eventualità che parta Llorente, sempre più richiesto. Il suo cartellino è passato in pochi mesi da zero euro a 22 milioni, ma se la stagione dovesse andar bene, potrebbe aumentare fino a 25 o oltre. A quel punto starà a lui decidere se tornare in Spagna, dove lo accoglierebbe il Barcellona, o restare alla Juve. Nell’eventualità decidesse di partire, Marotta sta studiando due pezzi da novanta: Mandzukic che ha portato il Bayern Monaco alla vittoria della Champions League, e che il prossimo anno potrebbe essere sostituito da Lewandowski, oppure Benteke, astro nascente dell’Aston Villa. Il prezzo del primo è di 20 milioni, il secondo 25. Nell’arco di una stagione molto può succedere.

Infine concludiamo con il caso-Pirlo. Rinnova o non rinnova? Juventus ed entourage del calciatore hanno deciso di aspettare febbraio per prendere una decisione. Ufficialmente il motivo è capire se Pirlo sia ancora in grado di mantenere i ritmi forsennati attuali a quasi 35 anni d’età, la realtà è che si vuol vedere cosa farà Xabi Alonso. Se lo spagnolo non rinnovasse con il Real Madrid, i bianconeri lo ingaggerebbero, altrimenti resterebbe Pirlo. In ballo ci sono anche altre ipotesi come quella di sostituire il fantasista bresciano con Fernando o Kasami, oppure “istruire” Pogba a quel ruolo, ma sono tutte ipotesi poco realistiche.

Foto: Lucas su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

serie a 2017-2018

Serie A 2017-2018: tutti i verdetti

Alla Juve il suo settimo scudetto di fila: ecco tutti gli altri risultati stagionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.