Come trovare lavoro? Da Linkedin al curriculum a mano, le scelte preferite degli italiani

di Onofrio Marco Mancini
1 commenti

ricerca lavoro

Pubblicità

Il lavoro è sempre meno, ma qualcuno dovrà pur farlo. Come fare per trovare lavoro in Italia? A questa domanda non c’è una sola risposta, ma anzi, grazie alla Rete, le risposte diventano sempre di più. Per partire con la nostra analisi prendiamo spunto da un recente sondaggio, realizzato dall’Ipsos, intitolato Antropologia del Networking. Ponendo domande ad un campione di italiani, l’istituto di statistica ha di fatto chiesto quali sono i canali preferiti per trovare lavoro nel nostro Paese. Ecco quello che ne è scaturito.

Pubblicità

Nonostante il boom di siti internet di ricerca di lavoro, più di un italiano su due cerca ancora lavoro di persona. I primi contatti face-to-face funzionano bene, e secondo il sondaggio funzionano soprattutto al Sud dove molte volte per trovare un lavoro bisogna sempre conoscere qualcuno che ti fa assumere o che, nella peggiore delle ipotesi, almeno te lo segnala. Sono lavori che si trovano grazie a favori, passaparola, o in alcuni casi tramite risposte agli annunci sui giornali.

Pubblicità

Anche se questo è il canale preferito però, non è l’unico. Circa la metà degli intervistati ammette di cercare di tanto in tanto lavoro su internet, ed il 59% ritiene che il mezzo migliore sia Linkedin, il social network delle reti professionali dove non ci si iscrive per chattare o per scambiare foto, ma solo per condividere curriculum e scambiare idee lavorative.

Pubblicità

La fascia d’età che preferisce cercare lavoro online è quella sotto i 34 anni (84%), anche perché sono le persone più pratiche di internet e che vi passano la maggior parte del tempo. Tra i principali siti di lavori ci sono anche Monster, Jobrapido, oppure i siti di annunci generici come Subito o Kijiji che, tra gli annunci di auto in vendita, case in affitto ed altri oggetti, concedono anche spazio a chi cerca o offre un lavoro.

Foto: © Thinkstock

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche

1 commenti

Trovare lavoro a 50 anni: consigli 9 Giugno 2015 - 12:59

[…] sono cambiati. Se prima si trovava lavoro con il passaparola e gli annunci sui giornali, adesso bisogna essere su internet. Il primo passo è dunque quello di crearsi un profilo Linkedin nel quale caricare il proprio […]

Rispondi

Lascia un commento