Home / Sport / Calcio / Mondiali 2014, i probabili rischi per l’Italia

Mondiali 2014, i probabili rischi per l’Italia

brasile 2014

Ora che tutte le partite dei play-offs sono terminate e che quindi si conoscono i nomi delle 32 nazionali che parteciperanno ai Mondiali 2014, è possibile fare una stima di quali potrebbero essere i rischi per l’Italia. Prima di cominciare, vanno fatte due precisazioni. La prima è che la FIFA non ha ancora deciso quale metodo adottare per stilare le urne che porteranno poi al sorteggio. Secondo le indiscrezioni più probabili, le prime 8 del ranking FIFA (o per meglio dire, le prime 7 più il Brasile) vanno a comporre l’elenco delle teste di serie; gli altri gironi invece dovrebbero essere scelti in base all’appartenenza geografica, quindi avremo un’urna di squadre europee, una con sudamericane e africane ed un’altra con americane e asia-oceaniche. La seconda precisazione è che il ranking FIFA definitivo verrà aggiornato la settimana prossima, 28 novembre, anche se in questo momento siamo in grado di stabilire per sommi capi quali saranno le posizioni.

Con ogni probabilità nell’urna delle teste di serie dovrebbero esserci Brasile (Paese ospitante) e poi Spagna, Germania, Argentina, Colombia, Belgio, Uruguay e Svizzera. L’Italia dovrebbe essere inserita nel gruppo europeo insieme a Olanda, Portogallo, Inghilterra, Croazia, Francia, Russia più quella che avrà il ranking migliore tra Grecia e Bosnia Herzegovina, con i greci favoriti.

Il girone composto da sudamericane e africane dovrebbe dunque prevedere Cile, Ecuador, Costa d’Avorio, Ghana, Algeria, Nigeria e Camerun più la fuoriuscita del girone europeo, dunque la Bosnia secondo i nostri calcoli, mentre l’ultimo girone, quello composto da nordamericane e asia-oceaniche, vedrà Costa Rica, Stati Uniti, Messico, Honduras, Australia, Giappone, Iran e Corea del Sud.

Se i gruppi fossero questi, e ricordiamo che non è detto che lo siano, anche se sono i più probabili, l’Italia non sarebbe in una posizione molto scomoda, nonostante non sia testa di serie. Eviteremmo certamente avversari scomodi come Olanda, Portogallo ed Inghilterra, anche se ci sarebbero pericoli come Spagna, Brasile e Germania. Per noi le avversarie più semplici da incontrare, tra le teste di serie, sarebbero Svizzera, Colombia, Belgio e Uruguay. Nel secondo girone ci dovremmo augurare di evitare il Cile di Sanchez e Vidal e puntare più su Ecuador o Algeria, mentre nell’altro girone dovremmo evitare Stati Uniti e Giappone, magari sperando di pescare Iran o Honduras.

Concludiamo affermando comunque che se venisse deciso di utilizzare il metodo del ranking FIFA le cose non cambierebbero di molto dato che ci ritroveremmo nel girone sempre insieme a quasi le stesse squadre, ovvero Olanda, Inghilterra, Cile, Stati Uniti, Portogallo, Grecia ed una tra Bosnia, Russia e Costa d’Avorio.

Foto: © Thinkstock

Potrebbe interessarti anche:

gironi mondiali 2018

Gironi Mondiali 2018: tutti i gruppi che si affronteranno in Russia

Tutto facile per Russia e Germania, insidiosi i gruppi di Inghilterra, Spagna e Brasile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.