Home / Ambiente / Clima / Innalzamento livello dei mari è già realtà

Innalzamento livello dei mari è già realtà

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

livello del mare

Quando si parla di riscaldamento globale, di solito i più scettici pensano che si tratti di un fenomeno le cui conseguenze si avranno tra secoli o millenni. Purtroppo non è così. Abbiamo visto negli ultimi anni l’incremento delle ondate di calore, siccità e desertificazione, ma un evento che ancora non ci aspettavamo dovesse capitare è invece accaduto: l’innalzamento del livello dei mari.

Secondo un recente studio dell’Organizzazione metereologico internazionale (organo delle Nazioni Unite), nei primi 9 mesi di quest’anno il livello del mare è cresciuto di 3,2 millimetri in tutto il mondo. Si tratta di una crescita che è addirittura doppia rispetto all’incremento medio che si aveva un secolo fa.

Anche se tre millimetri possono sembrare pochi, gli effetti sono devastanti. Ne sanno qualcosa gli abitanti delle Filippine che in questi giorni stanno facendo i conti con uno degli uragani più potenti mai registrati nella storia, il quale ha mietuto oltre 4.500 vittime. Ma ancora, l’innalzamento di questi 3,2 millimetri va di pari passo con quello delle temperature. I dati sulla media del riscaldamento globale del 2013 hanno mostrato che siamo sulla stessa soglia di quelli del 2003 che è stato considerato l’anno più caldo della storia documentabile, facendo registrare anche una temperatura oceanica record, ovvero di 0,48 gradi Celsius superiore alla media.

Tutti questi fenomeni non possono che portare ad una sola conseguenza: lo scioglimento dei ghiacciai, a cui segue inevitabilmente maggiore sollevamento del livello dei mari, ed il ciclo ricomincia.

Più del 90% del calore in più stiamo generando con i gas serra è assorbito dagli oceani, che di conseguenza continueranno a riscaldarsi ed espandersi per centinaia di anni

spiega il Segretario generale dell’Omm Michel Jarraud che aggiunge

anche se i singoli cicloni tropicali non possono essere direttamente attribuiti ai cambiamenti climatici, i livelli del mare più elevati rendono le popolazioni costiere più vulnerabili. Lo abbiamo visto con conseguenze tragiche nelle Filippine.

Foto: © Thinkstock

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments