Home / Videogiochi / I migliori videogiochi gratuiti del 2013

I migliori videogiochi gratuiti del 2013

migliori free to play

Quante volte capita di avere voglia di giocare ad un videogame qualsiasi, ma di non avere i soldi o la voglia di farlo. La soluzione può essere il free to play. I videogiochi free to play sono, come dice la parola stessa, gratuiti. Non tutti però lo sono al 100%. Molti sono gratuiti per davvero, altri lo sono fino ad un certo punto. Può capire infatti che alcuni richiedano micro-transazioni da effettuare pagando soldi veri. Nella maggior parte dei casi si parla di cifre irrisorie, pochi euro per ottenere dei benefits, ma si può anche proseguire il gioco senza versare un solo centesimo. In questo articolo proviamo a raccogliere i migliori 10 disponibili nel 2013.

1 – Planetside 2: è certamente il re dei free to play. Questo perché, a differenza di molti altri titoli, non obbliga a pagare per andare avanti nel gioco ed ha una vastità ai livelli dei giochi tradizionali. Il gioco è ambientato in un mondo inventato, nel futuro, ed i giocatori sono suddivisi in tre fazioni. La profondità può spaventare, c’è davvero tanto da imparare, ma è uno di quei giochi a cui non si smette più di giocare. I pagamenti con le microtransazioni possono servire solo ad accelerare la crescita. Si sviluppa in uno sparatutto in prima persona.

2 – World of Tanks: si tratta di un gioco di strategia di guerra in cui si muovono dei carri armati. Bisogna imparare a muovere i carri armati e attaccare con precisione gli avversari, ma sicuramente il modo migliore per vincere una battaglia è prepararsi con una strategia ben studiata. È un gioco di squadra, quindi se siete tipi solitari forse potrebbe annoiarvi.

3 – Hawken: se vi piacciono i mech, questo è il gioco che fa per voi. Anche questo è uno sparatutto in prima persona molto veloce e divertente, in cui manovrerete dei grandissimi mech ipertecnologici in grado di distruggere tutto ciò che gli capita a tiro. Molto coinvolgente, grazie all’alto livello di personalizzazione del proprio robot, è anche molto divertente grazie alla possibilità di insultare l’avversario.

4 – Lord of the Rings Online: per i giocatori più “tradizionali”, c’è il Signore degli Anelli. Uno dei suoi punti di forza è che si possono ottenere tutti i miglioramenti, le armi e l’esperienza senza spendere un solo centesimo. Inoltre è molto vario grazie alle razze e alle mappe costantemente aggiornate. È come una sorta di World of Warcraft, ma completamente gratuito (anche se c’è la possibilità di pagare, ottenendo benefits).

5 – Team Fortress 2: uno dei free to play più originali in assoluto, è uno sparatutto sviluppato da Valve, basato sulle classi dei personaggi, davvero molto varie. Le microtransazioni servono per le spese accessorie, ciò significa che si può giocare al 100% senza spendere un euro. L’aspetto positivo è che i soldi si possono anche guadagnare realizzando oggetti da rivendere poi agli altri giocatori. Inoltre il fatto che dopo 5 anni ancora gli utenti continuano ad intasare i server significa che è davvero molto apprezzato.

6 – Tribes: Ascend: molto simile a Team Fortress 2, è però un passo indietro sia per vastità che per giocabilità. Individuare i nemici è molto più difficile, ma è un’ottima sfida per gli utenti più avanzati che cercano qualcosa di veramente complicato. Ha anche una delle grafiche migliori tra i videogiochi gratuiti.

7 – Quake Live: molto simile alle ultime uscite a pagamento di Quake, è però un filino più semplice come gameplay. Inoltre per sbloccare server più veloci ed alcune opzioni bisogna pagare, ma il titolo resta comunque divertente.

8 – Smite: carina come idea, quella cioè di far combattere tra di loro gli Dei, Smite è un gioco di combattimento in multiplayer, costamente aggiornato e che presenta sempre nuove mappe. Si può anche giocare senza pagare un euro, ma pagando si accede direttamente ai combattimenti più avanzati e si ottengono prima gli aggiornamenti.

9 – Fallen London: le avventure testuali vanno sempre forti su PC. E lo fanno anche gli RPG. Figuriamoci dunque cosa può fare un RPG testuale. È il caso di Fallen London, videogioco che racconta la vicenda di una Londra governata da strane creature, ed un mistero che sarete chiamati a risolvere. Sono state prodotte oltre un milione di battute, e quindi ce ne sarà da leggere… L’unico problema è che è in inglese, quindi preparate anche un dizionario di fianco allo schermo.

10 – Neptune’s Pride: si tratta di un videogioco di fantascienza nel quale bisogna conquistare altre galassie. Il gioco è organizzato come un simulatore di strategia abbastanza lungo e lento (ogni sessione si svolge in settimane e ci possono volere parecchie ore prima di raggiungere un pianeta). Nel frattempo si conoscono altri giocatori con i quali si comunica tramite una chat.

Foto: Planetside 2 su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

football manager 2019

Football Manager 2019: i migliori talenti sotto il milione di euro

Talenti giovani nel calcio ce ne sono tanti, ma quando non c'è un grande budget bisogna affidarsi ai potenziali campioni low-cost.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.