Home / Sport / Calcio / Champions League 2013/2014, risultati e classifiche dopo 4 giornate

Champions League 2013/2014, risultati e classifiche dopo 4 giornate

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

gol higuain

La situazione della Champions League per le squadre italiane è piuttosto complessa dopo quattro giornate. Nessuna delle nostre tre squadre è già eliminata, ma nessuna si può dire certa della qualificazione. La buona notizia è che sia al Milan che al Napoli basterebbe vincere almeno una delle prossime due partite per qualificarsi, o pareggiarle entrambe; la cattiva è che tutte, con una sconfitta, rischiano seriamente l’eliminazione. Ma analizziamo i gironi uno per uno.

Gruppo A: tanta noia ieri in questo gruppo. Entrambe le partite finiscono 0-0, con Van Persie che calcia un rigore sul palo e gli spagnoli del Real Sociedad che possono così cancellare lo zero dal tabellino dei punti. Se lo United dovesse strappare almeno un punto nella prossima giornata sarebbe matematicamente qualificato. Adesso è primo a 8 punti, uno in più del Bayer Leverkusen e 3 in più dello Shakthar. Gli spagnoli invece sono ad un passo dall’eliminazione.

Gruppo B: il Copenhagen fa un favore enorme alla Juventus, andando a vincere in casa contro il Galatasaray. I bianconeri attualmente sono all’ultimo posto del girone, ma basterebbe vincere la prossima partita contro i danesi (considerando la probabile vittoria del Real Madrid sul Galatasaray) per ribaltare la situazione. A quel punto, nell’ultima partita, alla Juve basterebbe il pareggio per passare il turno. Il Real nel frattempo è qualificato matematicamente.

Gruppo C: il PSG non replica la straripante vittoria dell’andata contro l’Anderlecht, e si fa fermare sull’1-1 dai belgi. In rete, come sempre, va Ibra, ma i compagni non sembrano molto ispirati. I francesi comunque veleggiano verso la qualificazione visti i 6 punti di distacco dal Benfica terzo, e così l’unico posto rimasto in ballo è il secondo, e se lo giocano i portoghesi e l’Olympiakos. I greci attualmente hanno 3 punti in più, frutto della vittoria di ieri nello scontro diretto.

Gruppo D: qui i giochi sono già fatti. Il Bayern Monaco, a punteggio pieno (record di vittorie consecutive in Champions League, ben 9) passerà quasi certamente come prima, mentre il Manchester City è secondo. Rimane da assegnare la terza posizione, quella che manda in Europa League, dove è in vantaggio il CSKA Mosca a 3 punti, contro gli 0 del Viktoria Plzen.

Gruppo E: Timo Hilldebrand fa un regalo al Chelsea grande quanto una casa. Nel big match tra i Blues e lo Schalke 04, i tedeschi stavano giocando meglio, ma una sua papera consegna il gol del vantaggio agli inglesi. A questo punto Eto’o e compagni giocano sul contropiede e vincono 3-0, portandosi al primo posto nel girone. Lo Schalke rimane così secondo con un solo punto di vantaggio sul Basilea che ieri ha recuperato una partita ormai persa, segnando al 91′. Lo scontro diretto sarà nell’ultima giornata, ma potrebbe essere inutile.

Gruppo F: questo è il girone più in bilico. Il Napoli riesce a vincere con una prestazione impressionante contro l’Olympique Marsiglia e si porta al primo posto a 9 punti insieme all’Arsenal, vittorioso contro il Borussia Dortmund. I tedeschi restano a -3 dalla vetta, e così diventa fondamentale la sfida del 26 novembre tra i gialloneri ed il Napoli. Vista la vittoria dei partenopei all’andata, basterebbe un pari ai ragazzi di Benitez per ottenere la qualificazione matematica. Il Marsiglia è ormai eliminato da tutto.

Gruppo G: continua la cavalcata dell’Atletico Madrid che fa a pezzi l’Austria Vienna. Un sonoro 4-0 lancia i biancorossi a 12 punti a +7 dallo Zenit, e li rende matematicamente qualificati come prima del girone. Proprio i russi pareggiano contro il Porto e restano secondi, ma le due squadre sono separate solo da un punto.

Gruppo H: il Milan non riesce a fermare il Barcellona al Camp Nou ed incassa la prima sconfitta del girone. Poco male comunque. Anche se il Barça è già qualificato, l’Ajax vince contro il Celtic e permette al Milan di mantenere il secondo posto. Attualmente i rossoneri hanno un punto di vantaggio sui lanceri e 2 sugli scozzesi. Basterebbe vincere contro il Celtic nella prossima partita, o perlomeno pareggiarle entrambe, per qualificarsi.

Foto: Higuain su Facebook

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments