Home / Attualità / Economia e Risparmio / Ridurre costo bolletta, 10 consigli per il risparmio energetico

Ridurre costo bolletta, 10 consigli per il risparmio energetico

risparmio energetico

Negli ultimi tempi sentiamo spesso parlare di risparmio energetico. Nonostante si tratti di un argomento attuale, non tutti sono consapevoli di cosa si tratti. In molti possono pensare, non completamente a torto, che si tratti di un gesto fatto per l’ambiente. Si sprecano meno risorse e si inquina di meno. Questo è vero, ma in pochi sanno che questo è un buon metodo anche per risparmiare denaro reale, tradotto in bollette dell’energia più basse. Ma come si può fare? Vediamo dieci utili consigli che vi invitiamo caldamente a mettere in pratica.

1 – Passare al LED. È vero che oggi siamo tutti obbligati a sostituire le vecchie lampadine ad incandescenza con quelle a risparmio energetico. Ma è vero pure che con il LED si risparmia ancora di più. Sia chiaro, le lampadine a risparmio energetico fanno risparmiare davvero sul consumo totale annuo (si calcola all’incirca sui 100 euro all’anno per un’abitazione media), ma il LED consuma ancora meno ed offre una qualità della luce migliore. L’unico difetto è che può costare un po’ di più rispetto ad una lampadina normale.

2 – Spegnere i condizionatori d’aria. Sia per l’estate che per l’inverno, utilizzare i condizionatori il meno possibile. Meglio passare al ventilatore (o meglio ancora alle finestre aperte) d’estate, o indossare un maglione in più durante l’inverno. Nel primo caso inoltre va ricordato che non serve tenere i ventilatori accesi quando non c’è nessuno perché muovono l’aria, non la rinfrescano; nel secondo è consigliabile coibentare meglio la propria casa, ad esempio con finestre con doppio vetro, in modo da non far disperdere il calore.

3 – Non usare l’elettricità quando non serve. Spegnere ad esempio la lucina della tv, il computer quando non si è in casa o staccare la spina degli elettrodomestici non utilizzati (compresi i caricabatterie dei cellulari) comporta piccoli risparmi per ognuna di queste azioni che, messi tutti insieme, possono tradursi in qualche euro in meno in bolletta.

4 – Sostituire gli elettrodomestici vecchi con quelli più nuovi. A partire dal frigorifero, che per forza di cose deve stare sempre attaccato, fino anche agli elettrodomestici più piccoli, bisogna sapere che i modelli nuovi sono molto più efficienti e possono arrivare a consumare fino alla metà dell’energia per le stesse operazioni compiute con i modelli più vecchi.

5 – Abbassare la temperatura del frigorifero. Questo elettrodomestico non può essere spento, ma non significa che debba consumare tanto. A meno che non conserviate qualche alimento che ha bisogno di una temperatura molto bassa, è sempre bene tenere il frigo al minimo, anche d’estate.

6 – Migliorare l’efficienza dell’intero appartamento. Dai doppi vetri alla coibentazione, sono tanti i piccoli gesti che possono far risparmiare sugli sprechi domestici. Ad esempio bisogna cercare di tappare gli spifferi (ci sono sempre, anche se non ve ne accorgete), oppure installare una zanzariera può permettervi di tenere le finestre aperte tutta l’estate, facendovi spegnere il condizionatore. Se vi dovete trasferire, scegliete una casa non troppo grande, in base alle esigenze. Più una casa è piccola e meno ci vuole per riscaldarla.

7 – Installare un impianto solare. Installare un pannello che serva per produrre acqua calda (solare termico) o elettricità (solare fotovoltaico) è il modo migliore per abbattere i consumi. Entrambi possono ridurre a zero o quasi la bolletta energetica, e far guadagnare con l’energia rimessa in rete. Il costo all’inizio può sembrare elevato, ma in pochi anni lo si recupera non pagando più le bollette, e quindi negli anni successivi si ottiene energia a costo zero.

8 – Spegnere le luci quando non servono. Ogni volta che si lascia una stanza, anche se ci si deve tornare dopo 5 minuti, è sempre meglio spegnere la luce. Questo piccolo gesto, replicato per 365 giorni all’anno, può portare a tanti soldi di risparmio. Lo stesso discorso vale per la tv.

9 – Non usare la lavastoviglie o l’asciugatrice. Ci hanno convinto che non si può vivere senza questi elettrodomestici, ma non è così. Non ci cadono le mani se laviamo i piatti sotto l’acqua, e stendere i panni al vento li rende ancora più profumati. Inoltre questi due elettrodomestici sono tra quelli più energivori che esistano, e se smetterete di usarli vi renderete conto immediatamente del risparmio in bolletta di qualche decina di euro.

10 – Usare il meno possibile gli elettrodomestici. Ad esempio è inutile mettere in freezer un alimento che mangeremo tra uno o due giorni, meglio lasciarlo in frigo anziché usare il microonde per riscaldarlo. O ancora, il pane è buono anche normale, non c’è bisogno di tostarlo, così come è preferibile mangiare molte verdure crude anziché cuocerle.

Foto: © Thinkstock

Potrebbe interessarti anche:

partita iva costi

Partita IVA costi 2018 regime forfettario e normale

Quali costi si devono sostenere in fase di apertura della Partita IVA e quelli da sostenere durante l'anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.