Home / Ambiente / Vivere a basso impatto / Biologico, riciclaggio e riuso, gli italiani si scoprono ambientalisti

Biologico, riciclaggio e riuso, gli italiani si scoprono ambientalisti

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

spesa italiani

Nell’era del riscaldamento globale sempre più italiani si riscoprono ambientalisti. Ma nel periodo della crisi economica ci si spinge fino ad un certo punto. Lo dimostra un recente sondaggio realizzato da Gfk Eurisko sulle abitudini ambientali degli italiani. Intervistando un campione di 800 persone responsabili della spesa quotidiana, risulta così che sono sempre di più le persone che si preoccupano di alcuni aspetti ambientali come acquistare prodotti biologici o a chilometro zero. Ma sono disposti a farlo soltanto se non costano troppo.

È proprio questa percezione del costo maggiorato a rallentare la diffusione di questo genere di alimenti. I prodotti che rispettano la natura sono considerati dal 42% degli intervistati più costosi di quelli da supermercato, mentre appena il 23% non prende in considerazione questo fattore perché lo ritiene irrilevante ai fini del sostegno all’ambiente.

Tra le priorità ambientali, quei comportamenti che gli italiani ritengono come importanti per la salvaguardia dell’ambiente, resta così al primo posto quello a costo zero, ovvero fare la raccolta differenziata. Riciclare i propri rifiuti ormai è diventato un’abitudine per più della metà degli italiani (il 57%), probabilmente proprio perché è una delle poche attività che non costa nulla fare. Al secondo posto tra le attività più eco svolte dai nostri concittadini c’è il risparmio energetico e di risorse, realizzato dal 36% degli intervistati.

Seguono l’acquisto di prodotti a basso impatto (33%), quello di prodotti riciclati in tutto o in parte (uno su quattro), ed il riciclo creativo, cioè riutilizzare un oggetto per un altro scopo anziché buttarlo, compiuto dal 24% degli intervistati. Su una cosa però sono quasi tutti concordi: rispettare l’ambiente conviene anche economicamente. Mettere in pratica tutti quei comportamenti considerati ecologici, come ridurre gli sprechi e gestire saggiamente i rifiuti, comporta un risparmio monetario per il 79% degli intervistati.

Foto: © Thinkstock

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments