Home / Salute / Alimentazione / Alzheimer e demenza, prevenire si può usando il cervello

Alzheimer e demenza, prevenire si può usando il cervello

alzheimer e demenza dieta

Ammalarsi di Alzheimer o convivere con un malato, una persona cara che non sa più nemmeno riconoscerci, è una delle situazioni peggiori che la vita può prospettarci. Ma il destino, così come la genetica, i fattori ambientali e l’ereditarietà, contano meno di quanto crediamo. Lo spiega bene il dottor Neal D. Barnard in Supercibi per la mente, un programma alimentare per proteggere il cervello e rafforzare la memoria. Anche se abbiamo ereditato la possibilità di ammalarci di Alzheimer, possiamo tenere spenti e dormienti i geni responsabili, non attivarli, semplicemente con uno stile di vita sano e la dieta giusta per il cervello.

La ricerca ha fatto passi da gigante e così come sappiamo che il fumo provoca il cancro ai polmoni, sappiamo che una dieta ricca di carne rossa e formaggi affoga letteralmente i neuroni del nostro cervello nei grassi saturi. Quest’immagine dovrebbe bastare a farci cambiare subito dieta.  Eppure c’è ancora troppa disinformazione e  nel nostro carrello non di rado finiscono cibi che finiranno per ucciderci, letteralmente, boccone dopo boccone.

Primo passo: abbandona i pregiudizi e metti in discussione quello che hai imparato finora sul cibo

Il consiglio del dottor Barnard è di passare ad una dieta vegana, priva di carne e di derivati animali. Se non avete quattro zampe e non siete figli di una mucca, lasciate perdere il latte, tanto per cominciare. C’è più calcio negli spinaci. Non fatevi condizionare dagli spot che promuovono una sana alimentazione attraverso formaggi grassi e ricchi di sale. Ragionate con la vostra testa, finché potete ancora farlo, e scegliete consapevolmente.

Se chiedete ad un vegano o ad un vegetariano perché hanno scelto questa dieta o perché mangiano determinate verdure, sapranno rispondervi e motivare la loro scelta, elencando i nutrienti che sono contenuti in ciascun cibo e a cosa servono. Quanti onnivori sanno fare lo stesso? Bisogna smettere di mangiare e iniziare a nutrirsi e a curarsi con il cibo. Il cibo può prevenire e persino guarire determinati disturbi, ricorda il dottor Barnard, spiegando come in alcuni suoi studi sul campo, persone ammalate di ipertensione, diabete, ipercolesterolemia siano riuscite a smettere di assumere farmaci con un programma alimentare controllato.

Per prevenire Alzheimer e demenza bisogna fare attività fisica, dormire bene e a sufficienza e seguire una dieta sana, una dieta giusta per il cervello. Quando andate a fare la spesa dovete spendere più tempo e più soldi nel reparto frutta e verdura. Non state a pensare a quale frutta sia più salutare o alle calorie della frutta secca, fate scorta di tutto quanto vi attrae di colorato, nuovo e appetitoso. Molto meglio consumare tre noci di una merendina.

Inizia a nutrire il tuo cervello con una dieta ricca di frutta, cereali integrali e verdura

Per una dieta sana per il cervello e per il cuore (ciò che fa bene al cervello, fa bene anche al cuore), capace di tenere spenti i geni dell’Alzheimer e della demenza, in dispensa non devono mancare:

  • una dieta per prevenire la demenza e l'alzheimerfrutta, ortaggi, spezie e verdura di ogni tipo per fare il pieno di antiossidanti e vitamine e costruire una barriera protettiva intorno ai neuroni. Cocco, noci, frutta fresca, agrumi, meloni, prugne, uva, cavolfiori, broccoli, rape, sedano, carote, origano, timo, peperoncino. La lista è infinita, ricordate che qualsiasi cosa si trovi nel banco frutta e verdura vi fa bene, dubitate delle diete che vi propongono di concentrarvi su un solo alimento, assecondate i vostri gusti e scoprirete che esistono tante nuove verdure e ortaggi di cui ignoravate l’esistenza e la bontà. Imparate nuove ricette. Su Veganblog.it scoprirete quanto può essere varia, creativa e gustosa una dieta vegana. Ad ogni boccone di broccoli e spinaci, ricordate che la verdura depura il sangue, incentivando il rilascio di enzimi che ci purificano dalle sostanze cancerogene. Con il tempo sapere a cosa serve quello che abbiamo nel piatto ci restituirà un rapporto più sano con il cibo e non ci sarà bisogno di diete restrittive per dimagrire, ma solo di seguire con pazienza e scrupolosità un regime sano privo di grassi animali.
  • Cereali integrali per fare il pieno di carboidrati sani e prevenire il diabete. Il nostro corpo ha bisogno di carboidrati, diffidate delle diete che li eliminano del tutto. Pasta integrale, pane integrale, cereali per la colazione senza zuccheri aggiunti, farro, orzo, avena. I cereali integrali costano poco e vi garantiscono il pieno di fibre, facendovi sentire sazi a lungo.
  • Legumi. Fagioli, lenticchie, ceci, soia. Potete prepararvi gustose zuppe, vellutate, creme, torte con le farine di ceci e lenticchie.
  • Integratori di vitamina B12 o cereali e latte non vaccino fortificato con vitamina B12.

Scopri cibi e sapori nuovi, più sani e con meno grassi

dieta vegana donna magra cervello sanoPer sostituire la carne, i salumi, i formaggi e il pesce, potete ricorrere al seitan, al tofu e al tempeh, alimenti base da consumare al naturale o per preparare persino salsicce e arrosti vegan che non hanno nulla da invidiare a quelli ricchi di grassi animali. Per quanto riguarda il latte, il latte di cocco, il latte di riso, il latte di soia e il latte di mandorla sono ottime alternative sane a quello vaccino e potete preparare ottimi dolci, anche senza le uova e il burro, utilizzando la margarina vegetale senza grassi idrogenati, l’olio extravergine di oliva delicato e i sostituti delle uova vegan. Potete fare scorta di questi prodotti e scoprire un mondo nuovo, ricco di tanti sapori diversi e sconosciuti, nei negozi di alimentazione naturale ma anche al normale supermercato dove frutta, verdura, cereali e soia abbondano negli ultimi tempi anche nella versione bio. Frutta, verdura, cereali e farine integrali costano meno di carne, pesce e formaggi e sono più salutari.

Da studi condotti in diverse aree del mondo con i più alti tassi di longevità è risultato che è la dieta a base di frutta, verdura, legumi e cereali integrali l’elisir di lunga giovinezza. Mangiare sano può davvero allungarci la vita e farci vivere meglio, sani ed in pieno possesso delle nostre facoltà mentali. Che aspetti? Consultati con il medico per ulteriori chiarimenti e cambia subito menu!

Foto: © Thinkstock

Disclaimer

Potrebbe interessarti anche:

dieta dell'anguria

Dieta dell’anguria: menù dei 3 giorni, opinioni e rischi

Come ogni estate tornano di moda le diete lampo monocibo e detox. Oggi ci occupiamo della dieta dell'anguria, vedremo l'efficacia, i rischi e le opinioni dei nutrizionisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.