Home / Ambiente / Vivere a basso impatto / Gruppo d’acquisto per biciclette elettriche, l’esordio in Italia

Gruppo d’acquisto per biciclette elettriche, l’esordio in Italia

bicicletta elettrica

In questo periodo di crisi hanno sempre più successo i gruppi d’acquisto. Per chi non li conoscesse, sono dei gruppi di persone che, pur senza conoscersi tra loro, acquistano grandi quantità di un prodotto online, pagandolo di meno rispetto al prezzo d’acquisto al negozio. Finora i vari siti dedicati a questa forma di e-commerce ci avevano abituato ad acquisti di vacanze, servizi o piccoli oggetti, ma per la prima volta esordisce, almeno in Italia, il gruppo d’acquisto per le biciclette elettriche.

Il funzionamento è molto simile a quello tradizionale, in stile Groupon e simili. Basta infatti iscriversi al sito http://bicicletteelettrichefacile.blogspot.it/ (il numero massimo di iscritti è 100 acquirenti), e procedere all’acquisto. L’adesione al programma è gratuita e senza impegno, almeno fino al momento della stipula dell’ordine. Il gruppo di acquisto si chiude nel momento in cui arriva anche la centesima adesione. Il prezzo è noto sin dall’inizio della trattativa ed è molto conveniente. Dopo la chiusura degli ordini, ogni utente viene poi contattato con il preventivo che può anche essere respinto, senza dover pagare penali. Il produttore si impegna a mantenere lo stesso prezzo anche se il numero di ordini effettivi sarà inferiore.

Ma quanto costano effettivamente queste biciclette? Il produttore mette a disposizione due modelli: la Dinghi Wiki 37V Litio che se acquistata in negozio costa 1281 euro, mentre con il gruppo d’acquisto il prezzo scende a 937, IVA e trasporto inclusi; e la Klaxon City 1.0 Briza che normalmente costerebbe 1835 euro, e che invece con il gruppo d’acquisto costa solo 1199 euro.

La mission del sito è, oltre che commercializzare queste bici, anche quella di diffondere la consapevolezza nella popolazione che è possibile spostarsi con metodi sostenibili anche quando si è costretti a percorrere grandi distanze. Mentre una bicicletta normale scoraggia le persone che per recarsi al lavoro o per gli altri spostamenti devono percorrere alcuni chilometri, o strade faticose, con la bici elettrica tutto diventa più semplice. Affrettatevi però perché il gruppo di acquisto si chiuderà tra 5 giorni.

Potrebbe interessarti anche:

smaltire rifiuti elettronici

Smaltire rifiuti elettronici: come funziona l’uno contro zero

Come cambia la legge da 1 contro 1 a uno contro zero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.