Home / Sport / Calcio / Serie A, risultati 7a giornata: Roma, Napoli e Juve tracciano il solco

Serie A, risultati 7a giornata: Roma, Napoli e Juve tracciano il solco

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

giorgio chiellini

Se prima di questa giornata sembrava abbastanza evidente che lo scudetto sarebbe stato un discorso a tre, adesso ne abbiamo la conferma. Lo 0-3 con cui la Roma è uscita vincitrice da San Siro lancia un messaggio molto chiaro alle concorrenti: quest’anno i giallorossi fanno sul serio. Non solo vincono, ma lo fanno in maniera più spettacolare e sicura di quanto non riescano a fare Napoli e Juventus, e così i 21 punti su 21 a disposizione spaventano qualunque pretendente.

La vittoria con la quale la Roma ha aperto al settima giornata di Serie A è uno dei tre squilli che rendono il campionato interessante. Gli altri due sono arrivati il giorno successivo, uno con le partite delle 15 e l’altro nel posticipo. Nel pomeriggio infatti il Napoli vince agilmente sul Livorno con un sonoro 4-0. Certo, il Livorno non è l’Arsenal, ma l’assenza di Higuain avrebbe potuto portare qualche problema contro una delle migliori difese del campionato. Ma ieri al Napoli girava tutto bene tant’è che al primo tiro in porta i partenopei vanno in vantaggio, e di fatto segnano ogni volta che si affacciano in avanti.

Il big match però era l’attesissimo Juventus-Milan. A sorpresa i rossoneri passano in vantaggio con il gol più veloce dell’anno, appena 19 secondi e Muntari approfitta dell’ennesima disattenzione difensiva bianconera per portare in vantaggio i suoi. La Juve però tira subito fuori la grinta e schiaccia i rossoneri nella loro area. Il pareggio arriva dopo un quarto d’ora con una punizione di Pirlo sulla quale Abbiati ha qualche responsabilità. Dopo il pareggio la partita diventa più equilibrata, anche se i rossoneri sono molto nervosi, come dimostra il pugno da prova televisiva di Mexes (successivamente anche espulso). Nella ripresa è Juve-show con Giovinco che entra e dopo 2 minuti segna il gol del 2-1, e Chiellini che sugli sviluppi di un’altra punizione di Pirlo chiude la gara. La riapre al 90′ ancora Muntari, ma è ormai troppo tardi.

Dietro le tre sorelle c’è il vuoto. L’Inter resta a -5 da Juve e Napoli, e addirittura subito dietro c’è il Verona che, dovesse finire oggi la stagione, andrebbe in Europa League. La squadra di Mandorlini è entusiasmante. In quel di Bologna domina la gara e segna addirittura 4 gol. La vittoria serve anche per superare Fiorentina e Lazio, stoppate dalla stanchezza sullo 0-0, mentre si rifa viva l’Udinese che vince contro il Cagliari e si riavvicina alla zona europea. Il Milan ripassa nella zona della classifica di destra, a soli 5 punti dalla zona retrocessione. Una zona in cui si trovano al momento Sassuolo, Bologna e Sampdoria, le uniche ancora a secco di vittorie in A. Le altre gare che completano la giornata sono la vittoria dell’Atalanta in casa del Chievo, quella del Parma sul Sassuolo con un super-Cassano, l’1-1 tra Catania e Genoa ed il pari tra Sampdoria e Torino.

Foto: Chiellini su Facebook

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments