Home / Attualità / Economia e Risparmio / Prestiti veloci, cosa sono e come funzionano

Prestiti veloci, cosa sono e come funzionano

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

ricerca online

Se un potenziale cliente avesse bisogno di ottenere un prestito in tempi rapidi, di solito non più di 48 ore, oggi ha a disposizione il cosiddetto “prestito veloce”. Questa forma di finanziamento è chiamata in questo modo proprio perché, rispetto ai prestiti tradizionali, eroga il denaro in tempi più brevi. Quando ci si reca in banca o da una finanziaria e si presenta domanda per un prestito “tradizionale”, dal momento della richiesta fino all’effettiva erogazione possono passare anche 1-2 settimane. Con i prestiti veloci bastano 1-2 giorni. Ma come funzionano?

Chi può richiedere i prestiti veloci

Il primo vantaggio dei prestiti veloci è che possono richiederli tutti, compresi protestati, disoccupati e cattivi pagatori. Ovviamente questa categoria di persone dovrà sottostare a condizioni più sfavorevoli, come tassi di interesse più elevati o spese accessorie maggiori, ma possono certamente ottenere il prestito che in altri modi non avrebbero mai. Lo strumento che rende possibili i prestiti veloci è internet. Grazie ai prestiti online infatti, oggi tutto si è velocizzato.

I prestiti veloci rientrano nella categoria dei prestiti personali, dunque non essendo finalizzati vanno direttamente sul conto in banca del richiedente. Nella maggior parte dei casi non si tratta di cifre importanti (di solito non si superano i 15-20 mila euro), e perciò non viene nemmeno richiesto il motivo del finanziamento. Servono ugualmente le garanzie, fatti salvi i casi previsti, il tasso di interesse di solito è fisso ed il piano di ammortamento non è molto lungo, di solito pochi anni.

Come fare per ottenerli

Per ottenere un prestito veloce basta fare una ricerca sui siti di prestiti online, compilare il modulo ed inviare la documentazione richiesta (a parte i dati anagrafici, potrebbero servire busta paga, dichiarazione dei redditi o intestazione di immobili a seconda della cifra e dell’istituto di credito). Tutto il processo tradizionale di ricerca di informazioni sui clienti viene velocizzato grazie all’accesso dell’istituto alla Centrale Rischi Informazioni Creditizie. Con questo supporto si può ottenene nel breve giro di qualche ora una risposta positiva o negativa. Ovviamente la risposta positiva è più rapida per chi presenta garanzie migliori, come un impiego a tempo indeterminato, mentre è più lunga (anche più delle 48 ore solite) per chi ha avuto dei problemi con finanziamenti precedenti. Una volta ottenuta una risposta positiva, l’erogazione del denaro avviene in circa 24 ore o poco più.

Foto: © Thinkstock

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments