Home / Animali / Cani / Ghiandole anali del cane, infezioni e sintomi sospetti

Ghiandole anali del cane, infezioni e sintomi sospetti

ghiandole anali del cane

Su YouTube si trovano video di ogni tipo con protagonisti i cani. Alcuni sembrano comportamenti buffi, ma in realtà c’è ben poco da ridere perché nascondono seri problemi di salute. Ad esempio quando un cane strofina il sedere velocemente e freneticamente contro il pavimento potrebbe trattarsi di un problema alle ghiandole anali. Le ghiandole anali del cane sono un biglietto da visita importante per il suo stato di salute. Quando il nostro cane fa la cacca o urina dalle ghiandole anali viene emessa, a causa della pressione, una piccola quantità di liquido. Questo fluido è la carta d’identità del cane, contiene infatti il suo odore specifico distinguibile dall’olfatto degli altri animali.

Anche quando il cane è eccitato dall’incontro con un altro cane, può essere emesso questo odore caratteristico. Se le ghiandole anali del cane non rilasciano regolarmente e naturalmente il fluido, le ghiandole possono andare incontro ad infezioni, occludersi o addirittura rompersi. Non tutti i cani hanno problemi con le ghiandole anali. Portate il cane dal veterinario se strofina il sedere sul pavimento lasciando tracce di sangue, se intorno alle ghiandole si sente odore di pesce, se il cane si lecca insistentemente vicino al retto o se notate feci molli. Questi sintomi sospetti potrebbero segnalare un’infezione in corso alle ghiandole anali del cane.

Per prevenire disturbi è bene che le feci del cane siano ben solide, in questo modo infatti le ghiandole rilasciano naturalmente il fluido, sotto la pressione delle feci. L’alimentazione di qualità è dunque fondamentale, bisogna evitare l’eccesso di cereali e non dare mai da mangiare al cane cibi destinati alla tavola di noi umani.

In commercio esistono anche degli integratori specifici per preservare la salute delle ghiandole anali del cane. Chiedete prima consiglio al vostro veterinario. Fate controllare al veterinario o al personale esperto dei centri di toelettatura le ghiandole del cane per controllare che non siano gonfie. Per il cane non è un’esperienza piacevole quindi prima di provarci voi stessi fatevi mostrare come si fa dal veterinario. In genere una leggera ma decisa pressione sulle ghiandole è sufficiente all’espulsione del fluido.

Fonte: Taking care of your dog”s anal glands – Dogster
Foto: © Thinkstock

Disclaimer

Potrebbe interessarti anche:

quanta acqua deve bere un cane

Ecco quanta acqua deve bere un cane ogni giorno

In questo post vedremo quanta acqua deve bere un cane ogni giorno per mantenersi idratato, e perché a volte il cane beve troppo poco o più del normale.

4 commenti

  1. Finalmente informazioni esaurienti e seriamente rappresentate.
    Grazie.

  2. Finalmente dopo tanto cercare ho trovato un sito doc !!!!! Molto esauriente e particolareggiato !! Grazie !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.