Home / Salute / Medicina / Il consumo di caffè rallenta lo sviluppo cerebrale durante la pubertà

Il consumo di caffè rallenta lo sviluppo cerebrale durante la pubertà

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

consumo di caffè cervello rischiIl consumo di caffè può rallentare lo sviluppo cerebrale. A mettere in guardia dall’eccesso di caffeina è un recente studio condotto da un’équipe di ricercatori coordinata da Reto Huber, medico dell’ospedale pediatrico di Zurigo. Secondo i risultati di una sperimentazione condotta sui ratti, l’assorbimento della caffeina durante la pubertà rallenterebbe il processo di maturazione del cervello.

eccesso caffeina adolescentiUna scoperta sicuramente allarmante, se gli stessi effetti dovessero rivelarsi valida anche sugli umani. Oggi infatti, a causa di bibite ed energy drink sempre più in voga, bambini e adolescenti consumano una quantità sempre maggiore di caffeina, si parla di un aumento del 70% negli ultimi trent’anni. E il trend non è affatto in declino, considerando gli interessi miliardari delle industrie produttrici delle bevande energizzanti che sempre più puntano ad un target adolescenziali per vendere i loro prodotti.

I ricercatori, dopo gli espererimenti condotti sui ratti, invitano ancora di più alla cautela. Sugli animali, un consumo di caffeina pari a circa quattro tazze di caffè al giorno ha visto infatti ridursi la durata del sonno profondo, quello che permette al nostro organismo di rigenerarsi ed espletare al meglio tutte le sue funzionalità. Senza contare il ritardo nello sviluppo cerebrale, anche questo gravissimo. I ratti inoltre, imbottiti di caffeina, erano più vigili e cauti, mentre quelli che avevano consumato acqua erano più attivi e curiosi. E sappiamo bene quanto la curiosità sia fondamentale in una fase cruciale per l’apprendimento e lo sviluppo di abitilità qual è la pubertà. L’ansia e la paura fungono invece da blocco.

Sia nell’uomo che nei ratti, la durata e l’intensità del sonno profondo aumentano durante l’infanzia, così come il numero di sinapasi e connessioni cerebrali, per poi diminuire nuovamente in età adultà.

Il cervello dei bambini, spiega il dottor Huber, è estremamente elastico a causa del gran numero di connessioni. Quando durante la pubertà inizia a maturare, gran parte di queste connessioni sparisce, un’ottimizzazione che si verifica proprio durante il sonno profondo. Le sinapsi più importanti si consolidano, mentre altre vengono riassorbite per far diventare maggiormente performante il cervello.

Durante la pubertà si possono manifestare diverse malattie psichiatriche se il cervello non svolge al meglio la sua fase di maturazione, delicatissima. I ricercatori cercheranno ora di capire se le stesse reazioni osservate sui ratti siano valide anche per bambini e adolscenti, ma calcolando la similitudine con il cervello umano e i danni dell’eccesso di caffeina sugli umani già accertati da diversi studi, gli autori invitano sin da subito alla prudenza e alla moderazione nel consumo di bevande energetiche e caffè.

Fonte: La consommation de café ralentit le développement cérébral– AlphaGalileo
Foto: © Thinkstock

Disclaimer

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments