Home / Sport / Calcio / Serie A 4a giornata: derby di Roma, Milan-Napoli sfida per l’anti-Juve

Serie A 4a giornata: derby di Roma, Milan-Napoli sfida per l’anti-Juve

serie a

La quarta giornata di Serie A è caratterizzata da sfide molto importanti per la vetta della classifica. Anche se il campionato è appena cominciato, alcune partite sono fondamentali per capire gli equilibri di un torneo che, da quanto visto finora, sembra essere molto più incerto che in passato.

La sfida più interessante è senza dubbio il posticipo domenicale, Milan-Napoli. Entrambe le squadre arrivano dall’impegno del mercoledì in Champions League e certamente avranno un po’ di fatica da smaltire. Il Napoli è primo a punteggio pieno, il Milan è un po’ più giù, ma di certo non ha nulla da invidiare alla squadra di Benitez. Probabilmente la differenza la farà la condizione atletica, visto che il Milan ha molti giocatori acciaccati mentre il Napoli sembra volare, anche se tutte le attenzioni saranno rivolte alla sfida a distanza tra Balotelli e Higuain. Anche se non è decisiva, questa sfida può voler dire molto, in primis che se il Napoli vince, le possibilità del Milan di vincere lo scudetto si assottigliano parecchio.

L’altra super-sfida di giornata è il derby di Roma. Si disputa in casa dei giallorossi, ma questo fa poca differenza. Tralasciando i discorsi sull’ordine pubblico, qui la situazione è molto accesa. La Roma è infatti prima insieme al Napoli mentre la Lazio, dopo aver sbandato pericolosamente ad inizio campionato, ora sembra in crescita. I biancocelesti però devono smaltire la partita settimanale in Europa League ed una difesa in emergenza, mentre i ragazzi di Rudi Garcia sembrano in piena forma. Qui vale lo stesso discorso di prima, ovvero se la Lazio perde, addio sogni scudetto (e forse anche Champions League).

Le altre due big di giornata affrontano sfide sulla carta più semplici. La Juventus deve approfittare dei due scontri diretti per recuperare il terreno perso con il pareggio nell’ultima giornata di campionato. L’occasione è la sfida con il Verona allo Juventus Stadium, un avversario non semplice da affrontare (il Milan ne sa qualcosa) ma che senza distrazioni si può battere agevolmente. L’Inter invece gioca in casa del Sassuolo, l’unica insieme al Catania ancora a zero punti. Anche per i nerazzurri, senza problemi di coppe, l’unico problema è il rischio di sottovalutare l’avversario, ma con un allenatore come Mazzarri è difficile che ciò possa accadere.

A parte le sfide d’alta quota, ce ne sono anche altre di bassa classifica molto importanti in questo momento del campionato. Le due delusioni stagionali, Catania e Parma, si affrontano allo stadio Massimino. Un punto in due, dopo tre giornate, è molto poco, e la sfida è molto delicata perché una sconfitta potrebbe già costare la panchina all’allenatore che la subisce. In pericolo è più Maran di Donadoni, ma con una rosa da Europa League, se l’ex milanista fosse ancora ad un punto dopo 4 giornate la sua panchina non sarebbe più così stabile.

Molto interessanti sono anche le sfide tra le sorprese di quest’anno, ovvero Genoa-Livorno e Bologna-Torino, tutte squadre che stanno attraversando momenti di forma positivi e che quindi daranno vita a partite entusiasmanti. Fiorentina e Udinese cercano punti europei rispettivamente a Bergamo e Verona, sponda Chievo. La giornata si completa con Cagliari-Sampdoria, due squadre di media classifica alla ricerca di punti tranquillità.

Foto: © Thinkstock

Potrebbe interessarti anche:

ranking uefa

Ranking UEFA 2017: l’Italia punta al secondo posto

Il ranking UEFA aggiornato alla fine del 2017 sorride all'Italia, mai così in alto da 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.