Home / Sport / Calcio / Juventus, dopo Copenhagen si torna a pensare al mercato

Juventus, dopo Copenhagen si torna a pensare al mercato

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

biabiany parma

Nonostante abbia una delle rose più complete al mondo, la Juventus è pronta a tornare sul mercato. Non basta più infatti dominare in Italia, bisogna anche vincere in Europa, ma con i limiti visti ieri sera sembra che questo traguardo sia impossibile da raggiungere. È vero che il portiere Wiland era in serata di grazia e che gli attaccanti bianconeri si sono divorati l’impossibile, compresa una traversa di Quagliarella, ma ciò non toglie che quando contro anziché il Copenhagen ci si ritroverà il Real Madrid, non si potranno più sprecare così tante occasioni.

E allora il giorno dopo ecco che si ragiona già su dove andare a migliorare questa formazione. Una rosa che, stando alle indiscrezioni che arrivano oggi, verrà migliorata solo in caso di passaggio agli ottavi di finale. L’obiettivo numero 1 è l’esterno di sinistra. In pole position ritorna Biabiany, non fosse altro perché Kolarov e Zuniga non sarebbero più schierabili nella lista Uefa perché scesi in campo con le rispettive squadre. Su di lui c’è già il benestare di Conte che apprezza il fatto che il francese sia in grado di coprire entrambe le fasce. Il prezzo potrebbe anche essere abbassato cedendo De Ceglie che attualmente è la terza scelta.

Poi serve un vice-Pirlo visto che Marrone è andato al Sassuolo e Pogba non ha le stesse caratteristiche. Potrebbe essere Xabi Alonso. Oggi il Real fa sapere che non ha intenzione di perderlo a parametro zero, e così ha messo il prezzo sul suo cartellino: 5 milioni di euro se preso a gennaio. La concorrenza non manca (Napoli e Inter su tutte), ma questo significherebbe solo che molto probabilmente a fine stagione Pirlo andrà via.

Per la fase centrale, oltre a Nainggolan, si comincia a ragionare anche su Anderson del Manchester United, un centrocampista completo ma che con Moyes non trova spazio. Potrebbe essere venduto a gennaio, ma un suo acquisto implicherebbe la cessione di uno dei tre che occupano quel ruolo (Vidal, Marchisio o Pogba).

Più probabile invece che si tenti di rinforzare l’attacco visto che ieri gli avversari sono stati schiacciati nella propria area, ma se non ci pensa Tevez diventa dura. Llorente, riscaldatosi per mezz’ora e poi fatto accomodare in panchina, è sempre più vicino all’addio. Molto probabilmente verrà provato in Coppa Italia ed in spezzoni di partite di campionato, ma non in Champions in modo da poterlo cedere a qualche grande club a gennaio. Al suo posto si parla sempre di Lacina Traorè, anche se su di lui si fa sempre più concreta la pressione del Liverpool, spaventato dall’idea di perdere Suarez.

Foto: Biabiany su Facebook

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments