Home / Videogiochi / FIFA 14 vs PES 2014, chi vincerà il confronto delle demo?

FIFA 14 vs PES 2014, chi vincerà il confronto delle demo?

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

confronto demo fifa pes

Abbiamo provato le demo di FIFA 14 e di PES 2014 uscite rispettivamente l’11 e il 12 di settembre, ed in entrambi i casi si può affermare che sono da ritenersi sufficienti. Giocando per pochi minuti non si possono scoprire in pieno tutte le novità dei due giochi che poi vedremo in versione completa a partire dalla prossima settimana, ma un’idea ce la possiamo fare. Confrontiamo le due demo e vediamo se è stata Konami o EA a fare il lavoro migliore.

Cominciamo con le squadre. Qui il punto va a Pes che permette di scegliere tra 5 club (Bayern Monaco, Santos, Manchester United, Boca Juniors e Colo-Colo) e sei nazionali (Inghilterra, Germania, Spagna, Francia, Portogallo e Italia). Di contro FIFA mette a disposizione “solo” 8 club (Barcellona, Milan, Tottenham, Manchester City, Paris Saint Germain, Borussia Dortmund, Boca Juniors e New York Red Bulls), ma almeno c’è una rappresentante italiana.

Come opzioni invece va meglio in Fifa che oltre alla possibilità di scegliere le condizioni meteo (in Pes non esiste la pioggia nemmeno nel prodotto finale), EA dà anche la possibilità di scegliere la velocità di gioco. Come numero di livelli di difficoltà siamo pari, ma è un po’ più soddisfacente giocare a Pes perché fornisce 5 minuti di partita, contro i solo 3 di Fifa.

Fischio d’inizio, parola agli occhi. Graficamente sono migliorati entrambi i titoli, anche se Fifa sembra essere più nitida e leggermente superiore a PES. Salto non da poco visto che lo scorso anno la situazione era contraria. Il pregio di Pes è che i volti della funzione ID, le riproduzioni dei giocatori reali, sfiorano la perfezione, mentre la pecca è che sono davvero pochi quelli che corrispondono a questa caratteristica (forse solo quelli della demo), mentre in FIFA le somiglianze sono inferiori, ma almeno sono di più i calciatori che assomigliano alla loro controparte reale.

Come movimenti invece PES sembra più vicina alla realtà mentre in Fifa c’è sempre qualcosa che la fa sembrare un videogioco arcade. I movimenti della palla ad esempio sono più realistici nel titolo Konami, e almeno questo aspetto innovativo è particolarmente evidente rispetto all’anno scorso. Fifa invece continua a puntare sulla strategia della protezione della palla che, per carità, è molto realistica, ma è portata all’eccesso e delle volte rende poco divertente dover continuamente proteggere il pallone senza poter tentare dribbling o giocate d’alta scuola. Inoltre, almeno finché non si prende confidenza con questo aspetto, si rischia di perdere venti palloni a partita.

Le leggi della fisica sono rispettate meglio in Fifa, dove i giocatori “di peso” vincono meglio i contrasti con quelli leggerini. Ma di conseguenza saranno meno capaci di effettuare giocate di fino. In quanto ad intelligenza artificiale sono migliorati entrambi (peggio dell’anno scorso Pes non poteva fare), anche se il gioco di squadra è migliore in Fifa dove il lancio lungo per i compagni che si infilano negli spazi è ancora l’arma migliore, mentre Pes non vede più i difensori correre a vanvera dal lato opposto del pallone, ma nemmeno i proprio compagni che fanno le sovrapposizioni che vorremmo.

L’impressione finale che si può trarre da queste due demo è che mentre PES 2014 è senza dubbio il miglior PES di sempre, FIFA 14 sia una copia quasi identica a quella dello scorso anno, con qualche virgola migliorata. Il titolo di miglior gioco calcistico dell’anno dipenderà molto da due fattori: la celerità con la quale Konami realizzerà le patch che aggiungeranno qualche stadio e la pioggia, e lo stile di gioco dell’utente. Chi preferisce la visuale a nido di uccello, o semplicemente da spalti, cioè quella molto alta, si troverà meglio con FIFA, chi invece vuole una visuale più vicina per vedere meglio le caratteristiche dei calciatori, troverà più entusiasmante PES. Ed ora non ci resta che attendere l’uscita dei due giochi completi per dare un giudizio definitivo.

Foto: PES 2014 su Facebook

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments