Assicurazioni, la scatola nera fa risparmiare?

di Onofrio Marco Mancini
5 commenti

scatola nera auto

Il Governo Monti ha introdotto un nuovo strumento che permette di risolvere il problema dei “furbi”, o come li chiama lui “ladri”, ovvero i truffatori delle assicurazioni. Si tratta della scatola nera, un congegno elettronico che evita le truffe perché registra tutti i movimenti dell’auto, e che permette non solo alle assicurazioni di evitare di pagare incidenti mai avvenuti, ma anche all’automobilista di risparmiare sulla polizza al momento della stipula.

COME FUNZIONA LA SCATOLA NERA

Anche se non tutte le compagnie assicurative ne sono dotate, la maggior parte permettono di installarla. Esattamente come la scatola nera degli aerei, questo congegno, dotato di rilevatore gps, registra tutti gli spostamenti dell’auto, la velocità tenuta ed altri dati che permettono poi di valutare un incidente o lo stile di guida dell’automobilista. Di solito le compagnie concedono uno sconto per applicarla. L’obiettivo del Governo era di dimezzare il premio, ma la realtà è ben diversa.

QUANTO SI RISPARMIA

A seconda della tariffa, e dei servizi aggiuntivi, lo sconto può essere del 10-15% sulla polizza di base della RCA, per poi crescere del 20-30% o anche più su tutele aggiuntive come incendio e furto. Inoltre funziona anche da allarme e dunque consente di avere un ulteriore sconto. Il vantaggio vero arriva però successivamente, ovvero dopo un certo numero di anni in cui la scatola nera ha rilevato uno stile di guida sicuro. Questo permetterà al guidatore di ottenere dei crediti che gli permetteranno di scalare le classi di merito in fretta.

Se però si vuole ottenere un risparmio reale, bisogna affidarsi a quelle compagnie che installano gratuitamente la scatola nera presso i centri autorizzati. Magari lo sconto sarà inferiore, ma pagare a parte il dispositivo ed il montaggio potrebbe essere una spesa ben superiore ad una percentuale maggiore di risparmio. Inoltre, per essere valida, la scatola nera dev’essere installata seguendo dei parametri molto stringenti che solo un operatore esperto conosce. Provare ad installarla a casa propria vi fa correre il rischio di invalidare il bonus. Ma questo è solo uno dei metodi per risparmiare sull’assicurazione dell’auto.

Foto: © Thinkstock

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche

5 commenti

Ddl concorrenza: novità per farmacisti, avvocati e cittadini 8 Ottobre 2015 - 10:14

[…] a praticare sconti nei confronti degli automobilisti che accettano l’installazione della scatola nera, di dispositivi di controllo come l’alcool test, o che accettino le clausole anti-frode, e […]

Rispondi
Rc Auto, in Italia costa quasi 300 euro in più che altrove - M'informo 16 Gennaio 2014 - 16:01

[…] tutti. Nonostante offerte, concorrenza (non proprio accanita) e nuove tecnologie anti-frode come la scatola nera, le RC Auto italiane, le assicurazioni obbligatorie per le automobili, restano le più costose […]

Rispondi
I risparmi del 2014: Rc Auto, bollette e libri - M'informo 13 Dicembre 2013 - 15:01

[…] autorizzata dalla compagnia assicuratrice. Il risparmio per l’installazione della scatola nera dev’essere minimo del […]

Rispondi
Come funziona l'assicurazioni auto a chilometri - M'informo 22 Ottobre 2013 - 14:01

[…] consapevolezza abbassa il costo dell’assicurazione, e la possibilità anche di funzionare da scatola nera, con tanto di tutela sugli incidenti per l’assicurazione, abbassa ulteriormente il costo […]

Rispondi
Tagliando elettronico, cos'è e come funziona - M'informo 2 Ottobre 2013 - 14:01

[…] quadratino di carta diventerà una tessera magnetica che sarà installata all’interno della scatola nera, un dispositivo assegnato dalla compagnia assicuratrice che registra i dati di ogni singolo viaggio […]

Rispondi

Lascia un commento