Home / Attualità / Harry Potter ritorna, J.K. Rowling riprende a scrivere, tutti i dettagli

Harry Potter ritorna, J.K. Rowling riprende a scrivere, tutti i dettagli

harry potter

Ottime notizie per i milioni di fans di Harry Potter che erano rimasti orfani del loro maghetto, ormai diventato grande. J.K. Rowling, la “madre” della saga, ha annunciato che riprenderà a scrivere. La buona notizia è che la nuova sceneggiatura (sarà un film, non un libro), che sicuramente diventerà saga, avrà le stesse ambientazioni fantastiche della prima. La cattiva è che non ci sarà il maghetto che tanto adoriamo.

Intervistata in merito al suo nuovo impegno, la Rowling ha spiegato che l’avventura che sta per descrivere sarà ambientata in un mondo molto simile ad Hogwarts, in un lasso temporale che può essere indicato in circa 70 anni prima dell’inizio delle avventure del giovane Harry. Non sarà però un prequel, cioè una storia che spiega quello che è accaduto prima della saga famosa e che si ricollega ad essa, ma sarà del tutto autonoma.

Almeno nel filo narrativo perché l’idea è di prendere spunto dalle avventure di Harry Potter per poi sviluppare una trama a sé. Tecnicamente si chiama spin-off. L’idea di base è di partire dal libro Gli animali fantastici: dove trovarli, il manuale scolastico di Magizoologia usato anche dal maghetto e dai suoi compagni, per sviluppare le vicende narrate in quel libro. In realtà la Rowling pubblicò davvero quel libro nel 2001, ma adesso vuol partire da lì per poi sviluppare un’intera vicenda che vedrà un nuovo protagonista, Newt Scamander, l’autore del libro nella finzione. Si cominciano quindi a scoprire le prime indiscrezioni, come ad esempio il fatto che sarà ambientato a New York.

I fans che saranno preoccupati di trovarsi una storia riciclata che non abbia lo stesso sapore della prima però possono stare tranquilli. La scrittrice inglese aveva infatti annunciato che, dopo l’ultimo romanzo di Harry, avrebbe smesso di scrivere, a meno che non le fosse venuta in mente una grande idea. Ed ora ha ammesso che questa lo è. Milioni di fans si preparano già a prendere d’assalto i botteghini.

Foto: © Thinkstock

Potrebbe interessarti anche:

lavoro all'estero

Lavoro all’estero: in quali Paesi gli emigrati sono più felici?

I 65 Paesi più industrializzati al mondo non sono sempre posti "felici" in cui lavorare. Specialmente per quanto riguarda l'Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.