Smettere di fumare è più facile con i pacchetti standard senza marca

di M'informo Salute
4 commenti

smettere di fumare con i pacchetti standard

Pubblicità

Smettere di fumare è più facile se i pacchetti di sigarette sono anonimi, senza marca e tutti uguali. A rivelarlo è una recente  ricerca, condotta da Leonie Brose e dai suoi colleghi  dello University College of London, presentata a Brighton lo scorso 12 settembre, nell’ambito della conferenza annuale della British Psychological Society’s Division of Health Psychology.

Pubblicità

sigarette senza brandChe la psiche giochi un ruolo cruciale nella scelta di abitudini, anche insane, ritenute di tendenza e che favoriscono il senso di appartenenza ad un gruppo o ad una classe sociale, è noto da tempo. Non a caso si inizia a fumare molto spesso proprio da adolescenti, quando il bisogno di appartenenza ad un gruppo sociale è molto alto e si imitano i propri compagni. La sigaretta è associata ad un senso di condivisione, empatia, emancipazione, ribellione, sensualità e trasgressione. Con il tempo i fumatori si affezionano quasi alla loro marca di sigarette preferite, al punto da trovare poco piacevoli le marche fumate dagli altri. Ecco perché togliere la marca ai pacchetti e renderli standard ha avuto successo in Australia nel far perdere appeal, motivazione, gusto e popolarità alle sigarette.

I ricercatori hanno analizzato le reazioni di 98 fumatori ai pacchetti standardizzati, scoprendo per l’appunto che i fumatori con i pacchetti senza marca venivano giudicati meno popolari e le sigarette senza brand meno attraenti. Inoltre, chi fumava una sigaretta proveniente da una confezione senza marchio famoso si aspettava che avesse un gusto peggiore. Come ha spiegato l’autrice dello studio:

Il desiderio di fumare era significativamente più basso nel gruppo che aveva i pacchetti standardizzati rispetto a chi possedeva i pacchetti di marca.

Pubblicità

Introdurre pacchetti anonimi, concludono i ricercatori, può dunque contribuire ad incentivare i fumatori a consumare meno sigarette ed a smettere del tutto, se stanno tentando di darci un taglio con le bionde. Peccato che questa misura sia poco attuabile ed incontrerebbe sicuramente l’ostilità dei produttori di tabacco. D’altra parte, anche i moniti sul rischio di morte sui pacchetti incontrarono la ferma opposizione delle lobbies, ma se i Governi si impongono, per tutelare la salute pubblica, questa misura, come è già successo con il divieto di fumare nei locali pubblici, potrebbe fare un’ulteriore differenza nel diminuire il numero di fumatori e le malattie e i costi associati al tabagismo.

Pubblicità

Fonte: How standardized cigarette packets reduce smoking – Alpha Galileo Foundation via  British Psychological Society (BPS)
Foto: © Thinkstock

[button color=”blue”]Disclaimer[/button]

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche

4 commenti

Fumare: smettere per sempre usando il cervello 20 Agosto 2015 - 16:31

[…] Fumare costa, non solo in termini di salute persa e aumento del rischio di tumori. I prezzi dei pacchetti di sigarette continuano a salire. Non vi sembra assurdo e insensato pagare caro qualcosa che vi rovina la […]

Rispondi
Le sigarette elettroniche sono il miglior modo per smettere di fumare - M'informo 5 Agosto 2014 - 09:01

[…] scoraggiare dall’acquisto delle “bionde” tradizionali, e sul lungo periodo far smettere definitivamente di fumare. Nel corso dello studio il 20% dei fumatori delle e-cigs ha smesso di fumare, e questo metodo si è […]

Rispondi
Depressione e fumo, smettere di fumare curando le sindromi depressive - M'informo 23 Settembre 2013 - 14:01

[…] pericolosa che può innescare un circolo vizioso, impedendo ai fumatori di liberarsi della dipendenza dalle sigarette, malgrado gli sforzi. Curare la depressione invece può aiutare i fumatori a smettere di fumare. A […]

Rispondi
Insonnia e fumo, smettere di fumare aiuta a dormire meglio - M'informo 20 Settembre 2013 - 19:00

[…] Smettere di fumare aiuta a dormire meglio. Un’altra buona ragione per liberarsi dal tabagismo, quella che ci arriva da un recente studio su insonnia e fumo pubblicato sulla rivista Psychology, Health & Medicine.  Molti dei danni del fumo, dal rischio elevato di tumori alle malattie respiratorie, sono ben documentati da diversi studi, ma finora si sapeva ancora poco sulla relazione tra la qualità del sonno e le sigarette. […]

Rispondi

Lascia un commento