Home / Sport / Tennis, US Open 2013, trionfano Nadal e Williams

Tennis, US Open 2013, trionfano Nadal e Williams

nadal us open

Rafa Nadal e Serena Williams. Gli US Open sono loro. Il 2013 del tennis è il loro. I grandi dominatori di questa stagione chiudono alla grande anche il torneo americano, l’ultimo slam della stagione, confermandosi nel miglior momento della carriera. Nadal li ha vinti quasi tutti, a parte Wimbledon, la Williams invece ha fatto l’en-plein, e sembra davvero che l’unico modo per batterla sarà quando si ritira.

Gli US Open sono filati lisci senza grosse sorprese, come dimostrano infatti la finale maschile e femminile che ha visto incontrarsi in entrambi i casi i numeri 1 e 2 dei rispettivi ranking. La gara più attesa era senza dubbio Nadal-Djokovic, lo scontro che ha caratterizzato gli ultimi anni del tennis internazionale. I primi minuti sono come sempre equilibrati, ma senza troppi tatticismi quando in campo ci sono campioni di questo tipo. Molta aggressività da entrambe le parti e così sono i tiri precisi a fare la differenza. Dopo i primi due set la situazione è in parità, ma come sempre a metà gara, comincia ad affiorare il fattore psicologico.

Anche se Nadal comincia ad avere qualche problemino fisico, riesce ugualmente a mettere in difficoltà l’avversario che comincia ad innervosirsi. La dimostrazione la si ha sul terzo set, cominciato alla grande da Djoko, ma poi proseguito con una serie di errori incredibili che permettono allo spagnolo il sorpasso. Nadal è sornione, sa che l’unico che può battere Djokovic è Djokovic stesso, e così lo pungola fino a farlo sbagliare. E fino a vincere sul filo di lana il set. A questo punto il serbo cede, regala punti a raffica, ed alla fine Nadal chiude il quarto e decisivo set 6-1.

Tra le donne speravamo nella grande forma di Flavia Pennetta che però, arrivata in semifinale, è stata eliminata dalla Azarenka che se l’è dovuta vedere con quel gigante della Williams. Non che la gara sia stata a senso unico. Innervosita dal vento, Serena sbaglia tanto e commette diversi falli, ma la sua strapotenza fisica riesce sempre a mettere le cose a posto. Il primo set è combattutissimo, ma l’atleta americana riesce a strappare il 7-5. Sembra fatta ormai nel secondo set quando è davanti 4-1, ma la Azarenka tira fuori l’orgoglio ed il talento e ribalta la situazione. Forse sorprende un po’ la sua stessa avversaria, ma fatto sta che ribalta il risultato e va a vincere 6-7 con uno scambio infinito al tie break. Nell’ultimo set però non c’è storia. La Azarenka è stanca e comincia a sbagliare troppo, la Williams infila alcuni ace taglia gambe (ne farà 9 in tutta la partita), e così si chiuderà con un 6-1 che conferma che la classifica WTP ha un significato concreto.

Foto: Nadal su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

olimpiadi 2016

Olimpiadi 2016: le possibili medaglie italiane a Rio

I giochi di Rio de Janeiro vedranno italiani sul podio? Ecco le discipline dove abbiamo maggiori speranze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.