Home / Attualità / Cronaca / Guerra in Siria, la Russia trova il modo per evitarla

Guerra in Siria, la Russia trova il modo per evitarla

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

stretta di mano

Niente spargimenti di sangue. Almeno per ora. La guerra in Siria per adesso è almeno rimandata grazie ad un escamotage inventato da Serghiei Lavrov, ministro degli Esteri russo. Visto che il suo leader, Putin, è amico di Assad, non aveva alcun vantaggio ad entrare in un’ipotetica guerra né da una parte né dall’altra. Il ragionamento fatto dai russi è semplice: se il motivo del contendere sono le armi chimiche, basta eliminare quelle per evitare lo scontro.

La proposta è che il regime siriano consegni ad un organismo internazionale il proprio arsenale di gas nervino e di tutte le altre armi che sono ritenute illegali dall’Onu. Solo così gli Stati Uniti non avranno più il pretesto per attaccare (Obama temeva che quelle armi, dopo la guerra, sarebbero state utilizzate contro gli Occidentali), e si potrebbe evitare una guerra. L’idea piace anche agli americani, ed in particolare proprio al loro presidente che, rispetto ai giorni scorsi, non era più così certo che l’intero Congresso avrebbe appoggiato la sua scelta.

Il Senato infatti cominciava a nutrire dubbi sull’idea di “guerra lampo”, e così si è deciso di rinviare il voto per avere brutte sorprese. Ma il voto potrebbe non arrivare mai se Assad consegnasse il suo intero arsenale e quindi eviterebbe una vera e propria guerra.

Prendiamo in seria considerazione l’offerta del ministro Lavrov e abbiamo quindi deciso di accogliere l’iniziativa russa. Per noi le vite dei nostri cittadini e la sicurezza del nostro Paese sono una priorità. E confidiamo nella saggezza delle autorità russe che stanno cercando di evitare un’aggressione americana contro il nostro popolo

ha dichiarato Walid al Muallim, ministro degli Esteri siriano, che ha accettato anche la condizione di aderire al trattato internazionale contro le armi chimiche, promettendo che il suo Paese, dopo la distruzione di quelle che ha già, non ne produrrà più. Riuscirà questa mossa ad evitare la guerra? Gli americani continuano a non fidarsi di Assad ed è certo che basterà uno spillo per dare il via alle ostilità, ma per adesso sembra perlomeno rimandata.

Foto: © Thinkstock

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments