Home / Sport / Calcio / Europa League 2013/2014, i gironi di Fiorentina e Lazio

Europa League 2013/2014, i gironi di Fiorentina e Lazio

gironi europa league

L’Europa League 2013/2014 era cominciata male per l’Italia con un preliminare sfavorevole visto che l’Udinese, ben più esperta dei cechi dello Slovan Liberec, è incappata in una partita storta e si è fatta eliminare. Anche alla Fiorentina non era andata benissimo, vista la sconfitta in casa, ma per fortuna almeno sul campo del Grassopher i viola hanno segnato due gol e si sono qualificati. Superato lo scoglio play-offs, è arrivato il momento dei sorteggi ed almeno lì la buona sorte ci ha dato una mano.

Le formazioni italiane, come si dice in gergo, hanno pescato bene. Quella a cui è andata meglio è proprio la Fiorentina. L’unica avversaria di un certo peso sarà il Pacos de Ferreira, una squadra all’esordio assoluto nelle competizioni europee, ma che nello scorso campionato è arrivata terza in Portogallo, un campionato molto competitivo che tra l’altro ha spesso dato a questa competizione il vincitore. Il Pacos è una squadra giovane ed inesperta, ma tecnicamente molto temibile, e considerando che era stata costruita per la Champions League (è stata eliminata ai play-offs) diventa evidente che non è da sottovalutare. Più esperta ma certamente meno pericolosa è la squadra ucraina del Dnipro. Club antico, fondato quasi un secolo fa, ha in panchina un allenatore noto ai calciofili europei. Si tratta di Juande Ramos, ex allenatore di Real Madrid, Tottenham e tantissimi altri grandi club. Il Dnipro è un abituè dell’Europa League, ma non ha mai ottenuto grandi risultati. La terza avversaria dei viola è un’esordiente assoluta, il Pandurii. Club rumeno che ha trascorso gran parte della sua storia nelle categorie inferiori, negli ultimi anni è salito alla ribalta nel campionato di casa, fino a sbarcare in Europa League dove ha eliminato, tra le altre, anche la più esperta Hapoel Tel-Aviv. Di certo non ha giocatori che possono impensierire Gomez e compagni.

Un po’ meno semplice ma sempre non troppo preoccupante è invece il girone della Lazio. L’avversaria più difficile è il Trabzonspor, club turco che, come tutti quelli della sua nazione, punta molto sulla bolgia di casa per assicurarsi i 9 punti disponibili nella città di Trebisonda. Si tratta di un club esperto, tecnicamente molto ben dotato, ed anche con qualche individualità interessante come Paulo Henrique, Bamba, Karadeniz, Zokora e l’ex Chelsea Florent Malouda. Non è il club più forte di Turchia, ma è da tenere d’occhio. Molto interessante è anche il Legia Varsavia, una squadra da sempre abbonata all’Europa League che però difficilmente ha passato il girone eliminatorio. Arriva dalla Champions League dove è stata eliminata ai preliminari, ma comunque ha una rosa di buon livello, anche se è chiaramente inferiore a quella della Lazio. L’ultima avversaria è la classica squadra materasso. Si chiama Apollon Limassol ed è un piccolo club cipriota che nella sua storia ha sempre visto l’Europa solo nei preliminari, senza però mai approdare alla fase finale. Inutile dire che la rosa dell’Apollon farebbe fatica anche a restare in Serie A se giocasse in Italia.

Come abbiamo visto, le italiane possono sentirsi fortunate. È andata molto peggio alle francesi come il Bordeaux che, nonostante partisse da testa di serie, incrocerà club come l’Eintracht Francoforte, l’Apoel Nicosia che negli ultimi anni ha detto la sua in Champions League, o l’indisioso Maccabi Tel-Aviv; o come il Lione che dopo l’eliminazione ai play-offs di Champions League si ritrova due clienti scomodi come i portoghesi del Vitoria Guimaraes e gli spagnoli del Betis Siviglia. Il girone più difficile però sembra essere l’H dove il Siviglia incrocerà i portoghesi dell’Estoril, i tedeschi del Friburgo ed anche lo Slovan Liberec che, se ha eliminato l’Udinese, forse tanto scarso non è. Questi tutti i gironi dell’Europa League 2013/2014:

Gruppo A: Valencia, Swansea, Kuban, San Gallo
Gruppo B: Psv Eindhoven, Dinamo Zagabria, Odesa, Ludogorets
Gruppo C: Standard Liegi, Salisburgo, Elfsborg, Esbjerg
Gruppo D: Rubin Kazan, Wigan, Maribor, Zulte Waregem
Gruppo E: Fiorentina, Dnipro, Paços de Ferreira, Pandurii
Gruppo F: Bordeaux, Apoel Nicosia, Eintracht Francoforte, Maccabi Tel Aviv
Gruppo G: Dinamo Kiev, Genk, Rapid Vienna, Thun
Gruppo H: Siviglia, Friburgo, Estoril, Slovan Liberec
Gruppo I: Lione, Betis Siviglia, Vitoria Setubal, Rijeka
Gruppo J: Lazio, Trabzonspor, Legia Varsavia, Apollon Limassol
Gruppo K: Tottenham, Anzhi, FC Sheriff, Tromsoe
Gruppo L: Az Almaar, Paok Salonicco, Maccabi Haifa, Shakhter Karagandy

La prima partita si disputerà il 19 settembre prossimo mentre la finale si giocherà il 14 maggio 2014 allo Juventus Stadium.

Foto: Fiorentina su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

ranking uefa

Ranking UEFA 2017: l’Italia punta al secondo posto

Il ranking UEFA aggiornato alla fine del 2017 sorride all'Italia, mai così in alto da 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.