Home / Ambiente / Vivere a basso impatto / La soluzione alla crisi economica potrebbero essere le piste ciclabili

La soluzione alla crisi economica potrebbero essere le piste ciclabili

Sempre più città in tutto il mondo stanno adottando la politica di realizzazione sempre più massiccia delle piste ciclabili. Questo è un bene per l’aria e per la salute di migliaia di persone che si spostano in bicicletta anziché in auto. Ma molto presto questa scelta potrebbe aiutare anche a rilanciare l’economia. Ne sono convinti diversi sociologi ed economisti i quali, attraverso diversi studi, hanno dimostrato che i luoghi in cui le piste ciclabili sostituiscono le corsie stradali tradizionali registrano un incremento vertiginoso dei risultati finanziari.

L’ultimo di questi studi è anche quello che dà i risultati più forti. Lo ha realizzato Kyle Rowe a Seattle, ed ha dimostrato come sostituendo una strada a scorrimento veloce con una pista ciclabile o un’area pedonale, i negozi che costeggiavano la carreggiata hanno aumentato le vendite fino addirittura in un caso del 400%.

Nell’arco di un trimestre le vendite dei negozi sono triplicate e, in alcuni casi, quadruplicate. Un numero enorme se consideriamo che la crisi economica ha toccato anche (e soprattutto) l’America. Il motivo per cui ciò accade è semplice. Prima di tutto, andando in bicicletta o a piedi, il potenziale cliente ha molte più possibilità di notare la vetrina, o un particolare che lo attrae, rispetto a quando circola in auto e alla vetrina dedica uno sguardo sfuggente di nemmeno un secondo, quando non le passa completamente indifferente davanti. Inoltre, avendo più tempo, il cliente può soffermarsi o, magari indeciso se osservare o meno la vetrina, ha più tempo per pensarci. In auto bisogna stare attenti alla strada e generalmente si sta più nervosi che non a piedi o in bici, e così questa trasformazione ha un effetto benefico anche sull’umore.

Allargando lo sguardo anche ad altri quartieri e ad altri tipi di percorsi, il ricercatore ha notato che, dopotutto, anche se non si ottengono gli stessi grandiosi risultati, va detto che il cambiamento non è mai negativo. Nel peggiore dei casi infatti la situazione delle vendite resta la stessa, nel migliore aumentano fino anche a quattro volte. In un Paese come l’Italia in cui la crisi economica e le strade congestionate rappresentano due problemi insormontabili, la decisione di aumentare il numero delle piste ciclabili può risolvere entrambe le questioni.

Fonte: Treehugger
Foto: © Thinkstock

Potrebbe interessarti anche:

smartbike

Smartbike: il futuro della bicicletta è Volata?

Arriva la smartbike: un po' bici a pedalata assistita, un po' smartwatch e un po' intrattenimento da auto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.