Home / Sport / Tennis, agli US Open metà degli italiani fuori al primo turno

Tennis, agli US Open metà degli italiani fuori al primo turno

us open, prima giornataSi aprono male gli US Open per l’Italia, e non poteva essere diversamente visti gli incroci impossibili. Il peggiore di tutti è capitato alla Schiavone che non poteva pescare peggio: Serena Williams. L’americana, numero 1 nel ranking mondiale da anni e ritenuta da molti la più forte tennista di sempre, ha fatto di un sol boccone la nostra atleta. Il primo set infatti è finito 6-0 e nel secondo la Schiavone ha avuto l’onore di vincere almeno un game. Ma il 6-1 fa capire che non c’è stata storia, ed anche lei a fine gara ha ammesso che non è mai stata così contenta di mettere a segno un punto.

Per fortuna le cose vanno meglio per le altre azzurre. Bene Sara Errani, una delle favorite (Williams permettendo) che batte 6-0 6-0 l’australiana Rogowska in una partita che non ha avuto molto da dire; bene anche Roberta Vinci che concede qualche punto alla Babos, ma vince ugualmente in due set; ok anche la Giorgi, la Knapp e la Pennetta che battono rispettivamente la Cepelova, la Min e la Gibbs, avversarie decisamente meno interessanti. Peccato che già al secondo turno la Pennetta e la Errani si incroceranno, e quindi almeno una delle due rimarrà fuori dal turno successivo. Tra le donne passano tutte le favorite e così l’unica sorpresa è l’eliminazione della Petrova per mano della sconosciuta Glushko.

Ben più seria la situazione tra gli uomini. Volandri e Lorenzi incrociano due avversari di primo livello e, come da pronostico, non passano il turno. Il primo si ritrova davanti il numero 13 del mondo, l’americano Isner che negli ultimi tempi sembra in formissima, l’altro il veterano Berdych (numero 5) che non lascia scampo al nostro Lorenzi. Eliminato anche Thomas Fabbiano, una new entry del nostro tennis, eliminato da Milos Raonic (numero 10) in una partita eroica in cui l’italiano all’esordio ha venduto cara la pelle, prima di cedere dopo un tie break e due set combattutissimi. E così per i colori azzurri non resta che sperare in Seppi e Fognini che scenderanno in campo oggi contro due avversari più alla portata.

Nessun problema invece per i big. Passano infatti Federer, Nadal e Djokovic, mentre vengono eliminate alcune delle presunte sorprese come il giapponese Nishikori e lo spagnolo Almagro che erano indicati come i futuri campioni, ma che evidentemente hanno ancora molta strada da fare.

Foto: Volandri su Facebook

Questo articolo ti è stato utile? Condividilo per aiutarci a scriverne altri, grazie!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Potrebbe interessarti anche:

armin zoeggeler

Olimpiadi invernali, Zoeggeler fa il record: 6 medaglie in 6 edizioni

Argento anche per Innerhofer.

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.