Home / Attualità / Politica / Spese della Casta in aumento, Montecitorio costa oltre 200 milioni all’anno

Spese della Casta in aumento, Montecitorio costa oltre 200 milioni all’anno

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

spese camera dei deputati

Bisogna stringere la cinghia, ci dicono. Ma loro non lo fanno mai. Parliamo dei nostri “cari” politici (cari nel senso di costosi), che tra la promessa del taglio delle auto blu, degli stipendi e del numero dei parlamentari, finiscono chissà come col costare sempre più di prima. E quest’anno, in tempi di spending review, non fa eccezione. Secondo le cifre ufficiali della Camera dei Deputati, nei soli primi 6 mesi il costo del palazzo è arrivato a 110 milioni di euro. Stipendi esclusi. Costi necessari vista l’importanza dell’edificio, verrebbe da pensare. Peccato che siano 5 milioni in più dello scorso anno.

Insomma, ci chiedono di tagliare le spese superflue, ma appunto, dobbiamo farlo solo noi. Mentre i contabili del Governo si scervellano per capire come tirar fuori i 4 miliardi che servono per non far pagare l’Imu, si scopre ad esempio che si spendono 165 mila euro all’anno per dare i quotidiani a tutti i deputati. È vero che i nostri parlamentari devono essere informati per votare le leggi, ma perché si spendono 1000 euro al giorno per i giornali? Forse non riescono a pagare pochi spiccioli con i loro stipendi da 15 mila euro al mese? Già, gli stipendi. Secondo i calcoli della Camera, costano 784 milioni di euro ogni 6 mesi. Qui i tagli, a parte quelli del presidente, non si sono visti.

Ma purtroppo lo spreco di denaro pubblico non finisce qui. Tra le voci più assurde ci sono 836 mila euro per i libri (fatichiamo ad immaginare gran parte dei parlamentari con un libro in mano), o i quasi 300 mila euro versati al fotografo personale di Gianfranco Fini che lo segue ovunque, i 4 milioni che servono per gestire il nuovo sito della Camera, un sito per cui, chiunque lavora su internet sa, basterebbero poche migliaia di euro per farlo funzionare a dovere; oppure i 79 mila euro versati alla Frau e 290 mila agli altri mobilifici per nuovi mobili, come se quelli comprati a peso d’oro negli ultimi anni non fossero sufficienti. Senza contare che a Montecitorio lavora l’agenzia di pulizie più costosa del mondo dato che percepisce quasi 3 milioni di euro ogni 6 mesi. Ma paghiamo anche 2 milioni di euro a semestre per affittare locali di rappresentanza politica (a cui si aggiunge mezzo milione per la pulizia).

Secondo l’ufficio stampa della Camera dei Deputati bisognerebbe sottolineare che negli ultimi 5 anni le spese della Casta si sono ridotte di oltre 25 milioni di euro, e questo è un bene, ma il fatto che quest’anno le spese abbiano ripreso a salire non può che creare qualche perplessità.

Fonte: il Fatto Quotidiano

Foto: © Thinkstock

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments