Home / Sport / Tennis, US Open, il tabellone 2013 senza la Sharapova

Tennis, US Open, il tabellone 2013 senza la Sharapova

tabellone us open

È il destino delle atlete che oltre ad essere brave sono anche delle belle donne. Maria Sharapova fa parlare di sé più quando non c’è che quando ha la racchetta in mano. Negli ultimi giorni si è sentito parlare di lei per la proposta tra il serio ed il faceto di cambiare il suo cognome in Sugarpova per una questione di marketing (Sugarpova è la nuova linea di caramelle che sponsorizza), ma soprattutto perché i suoi guai fisici la terranno lontana ancora una volta dal tabellone degli US Open.

L’ultimo grande slam della stagione non vedrà in campo una delle sue protagoniste, ma non c’è slam senza qualche importante forfait. In America infatti ci sono voluti essere tutti, e così soltanto il mal di schiena ha costretto al ritiro la tennista russa ancor prima di cominciare. Ma se la bella Sharapova non ci sarà, riducendo a una o due le favorite tra le donne, c’è affollamento di grandi nomi nel tabellone maschile.

Il sorteggio infatti metterà quasi certamente contro molto presto due rivali storici come Rafa Nadal e Roger Federer. L’ex campione svizzero, chiaramente in declino, è retrocesso di parecchie posizioni nella classifica ATP e così potrebbe incontrare lo spagnolo già ai quarti di finale. Una sfida del genere 1-2 anni fa si sarebbe disputata solo in finale o in semifinale. Ma anche l’altro lato del tabellone non è stato magnanimo con i campioni. Ai quarti infatti Djokovic, anche lui nella peggiore stagione della sua carriera, potrebbe trovare il temibile Del Poltro, e rischia specialmente in semifinale dove con ogni probabilità arriveranno due dei tennisti più in forma degli ultimi tempi, ovvero Murray e Berdych.

Tra le donne tutto facile per Serena Williams che non ha avversarie di livello sul suo lato del tabellone (fatta eccezione per l’enigmatica Na Li), e che quindi molto probabilmente arriverà fresca e riposata in finale. Le altre favorite, la Azarenka e la Wozniacki, sono sul lato opposto.

E gli italiani? Tra gli uomini le cose vanno abbastanza bene, almeno sulla carta, anche se poi in campo quest’anno i nostri non hanno quasi mai brillato. Fognini e Seppi hanno pescato due esordi semplici, Ram e Malisse, due avversari che hanno 100 posizioni in meno nel ranking ATP; abbastanza duro l’avversario di Volandri, l’americano Isner, mentre pesca male Lorenzi che come primo avversario si ritroverà Berdych. E così per Fognini almeno l’accesso fino agli ottavi dove incontrerà Djokovic sembra assicurato; qualche speranza in più per Seppi che agli ottavi troverà Almagro, avversario più o meno dello stesso livello, prima di arrivare ai quarti contro avversari più temibili. Tra le donne è sfortunatissima la Schiavone che potrebbe dire addio al torneo sin da subito visto che ha pescato la Williams; la Knapp aspetta ancora di conoscere il nome della sua avversaria che sta disputando il torneo di qualificazione, ma dopo il primo turno incrocerà sicuramente una delle più alte in graduatoria, mentre per la Vinci l’avversaria più temibile è la Kirilenko che dovrebbe essere incrociata agli ottavi. Infine la Pennetta e la Errani potrebbero trovarsi l’una contro l’altra già dal prossimo turno, ammesso che passino il primo.

Foto: Sharapova su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

olimpiadi 2016

Olimpiadi 2016: le possibili medaglie italiane a Rio

I giochi di Rio de Janeiro vedranno italiani sul podio? Ecco le discipline dove abbiamo maggiori speranze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.