Home / Sport / Calcio / Sassuolo, mercato e obiettivi della Cenerentola del campionato 2013-2014

Sassuolo, mercato e obiettivi della Cenerentola del campionato 2013-2014

presentazione sassuolo

Il Sassuolo è senza dubbio la squadra che susciterà la maggior curiosità in questa stagione. Mai era capitato che il piccolissimo club emiliano, nato quasi cento anni fa, capitasse nella massima serie, considerando anche che fino a 5 anni fa era ancora in Lega Pro. Questo club si candida a diventare il nuovo Chievo visto che, nato all’ombra di una società più imponente e storicamente affermata come il Modena, negli anni ha costruito una rosa con un’ottima gestione oculata degli investimenti fino ad arrivare a dominare il campionato di Serie B e presentarsi in A con una squadra molto interessante.

Pur non essendoci grandi nomi in rosa, la forza del Sassuolo è di aver trovato il coraggio che non hanno le grandi squadre, ovvero puntare sui giovani talenti che un giorno potrebbero diventare i campioni della Serie A. Si leggono così gli ingaggi di Zaza, Farias e tanti altri, più l’arrivo di Kurtic e Acerbi che al Milan non ha saputo dimostrare il suo valore, ma nelle piccole squadre sembra un gran difensore. Probabilmente peseranno gli addii di Troianello e soprattutto Boakye, tornato alla Juve ma che fino all’ultimo giorno di mercato c’è la speranza che ritorni, ma in ogni caso ci sono tutte le possibilità per ottenere una storica salvezza quest’anno.

Anche perché in panchina è stato confermato Eusebio Di Francesco, la sorpresa della scorsa stagione, un allenatore giovane (i tifosi del Piacenza e del Perugia lo ricordano in campo fino a qualche anno fa), il quale è riuscito a dare al Sassuolo un gioco rapido e divertente che è paragonabile, in tempi recenti, solo al Pescara di Zeman. Il suo 4-4-2/4-3-3 dovrebbe essere confermato e vede Pomini in porta, una linea difensiva composta da Laverone, Acerbi, Terranova e Longhi, i quattro di centrocampo dovrebbero essere Kurtic, Magnanelli, Missiroli e Laribi, con l’innesto di Berardi nel caso in cui giocasse con il 4-3-3 visto più volte lo scorso anno, mentre la coppia d’attacco sarà composta da Zaza e Farias.

Certo, non sono nomi che fanno entusiasmare la folla, ma c’è un mix di giovani interessanti, calciatori esperti e ragazzi provenienti dalla Serie B, condito da un buon allenatore, che in passato ha portato bene alle neopromosse. Inoltre il fatto di non aver smantellato la squadra con l’approdo in A non può che far bene a Di Francesco. Ovviamente l’obiettivo stagionale non può che essere la salvezza, ma anche se sarà difficile, il Sassuolo ha buone chance di farcela. Posizione finale prevista: tra il 16° ed il 18° posto.

Foto: Sassuolo su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

ranking uefa

Ranking UEFA 2017: l’Italia punta al secondo posto

Il ranking UEFA aggiornato alla fine del 2017 sorride all'Italia, mai così in alto da 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.