Home / Sport / Calcio / Roma, un mercato internazionale per tornare in Europa, obiettivi stagione 2013-2014

Roma, un mercato internazionale per tornare in Europa, obiettivi stagione 2013-2014

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

presentazione roma

I tifosi della Roma stanno vivendo un’estate a dir poco altalenante. Partiti con il morale sotto i tacchi, tra rabbia e depressione in seguito alla sconfitta non ancora assorbita in finale di Coppa Italia e per i mancati arrivi dei giocatori e degli allenatori promessi, improvvisamente un giorno di luglio si sono svegliati con una squadra che se non è da sogno, poco ci manca. L’arrivo della giovane promessa in panchina Luis Garcia infatti ha rivoltato la squadra e permesso l’ingaggio di diversi campioni.

Negli ultimi tempi i tifosi giallorossi si erano disabituati a vedere arrivare grossi nomi in rosa, ma certamente gli ingaggi di Maicon, Benatia, Strootman, De Sanctis e più di recente di Gervinho li ha fatto ricredere. Finalmente non hanno più tra le mani la solita “rometta” in cui gli unici campioni sono quelli cresciuti in casa come Totti e De Rossi, ma possono sperare in qualcosa in più della solita stagione in cui si tira a campare. Molto buono è stato anche il mercato in uscita viste le partenze di giocatori scontenti come Stekelenburg e altri inutilizzati come Brighi, Piscitella, Nico Lopez, Verre e tanti altri. Peccato solo per la cessione di Marquinhos, ma i soldi arrivati con il passaggio al PSG (31,4 milioni di euro) sono serviti per gli ingaggi sopra citati.

Se lo scorso anno si sperava nello scudetto affidandosi soltanto agli schemi di Zeman, quest’anno la storia cambia decisamente visto che ci sono gli uomini per vincerlo. I moduli preferiti di Luis Garcia sono molto simili a quelli utilizzati dal tecnico boemo, ovvero il 4-3-2-1 o il 4-3-3, e per questo i veterani non faticheranno a cambiare stile di gioco. Con la sola differenza che ora non si attaccherà più in 8, ma ci sarà sicuramente maggior equilibrio. La formazione ideale della Roma 2013-2014 prevederà De Sanctis in porta, una linea difensiva composta da Maicon, Benatia, Castan e Balzaretti, un centrocampo molto muscolare con De Rossi e Pjanic a supportare la “mente” Strootman, e con Totti e Lamela ai lati o appena dietro l’unica punta che sarà Destro.

Nonostante non disputi le coppe, la Roma di quest’anno può anche vantare una panchina lunga. Basti dire che fuori dagli 11 titolari ci sono Burdisso, Bradley, Florenzi, Gervinho, Marquinho, Torosidis, Borriello e, a meno che non vada via prima della chiusura del mercato, anche Osvaldo. Insomma, gli ingredienti per fare bene ci sono tutti, anche di più dello scorso campionato quando le aspettative erano molto più elevate di ora. Il mercato giallorosso, almeno in entrata, si può considerare concluso, a meno che non parta Castan che non convince pienamente Garcia, ed al suo posto possa arrivare un altro centrale. Ma comunque la rosa attuale può garantire senza dubbio almeno l’accesso all’Europa. Quale delle due poi resta da vedere. Piazzamento finale previsto: tra il 3° ed il 6° posto.

Foto: Roma su Facebook

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments