Home / Sport / Calcio / Parma, un mercato da big per una stagione 2013-2014 da protagonista

Parma, un mercato da big per una stagione 2013-2014 da protagonista

presentazione parma

Se c’è stata una squadra che si è data da fare più di tutte quest’anno sul mercato, senza dubbio questa è il Parma. La sua casella degli acquisti è la più ampia di tutta la Serie A, ed anche quella delle cessioni non scherza. Nonostante il gran numero di operazioni però, alla fine si è trattato per la maggior parte di calciatori di seconda fascia, molti giovani interessanti da far crescere in Serie B, ma ad ogni modo gli acquisti importanti non sono mancati.

Ma cominciamo come sempre dalle cessioni. A parte quella di Belfodil, per il resto la decina di calciatori che ha lasciato la rosa non era tra i titolari e delle volte nemmeno tra i panchinari. Ci si è liberati di alcuni stipendi superflui come quelli di Pellè, Schiavi o altri calciatori che non fanno parte del Parma da tempo, mentre sono arrivati giocatori di primo piano, uno su tutti Antonio Cassano. Il barese è alla ricerca dell’ennesimo riscatto, ben consapevole che per lui difficilmente ci sarà un’altra chance in Serie A. Buon per il Parma visto che finora Fantantonio ha dato il meglio di sé nelle squadre cosiddette “provinciali”.

Quello di Cassano non è stato l’unico acquisto azzeccato. Sono arrivati ad esempio i difensori Felipe e Cassani, l’ex centrocampista del Palermo Acquah ed il talento Ishak. Tutti giocatori che o saranno titolari, o potrebbero rivelarsi degli ottimi aiuti. La rosa a disposizione di Donadoni è forse eccessivamente lunga, oltre 30 calciatori senza considerare i giovani da inserire, e sicuramente verrà ulteriormente sfoltita. Ma sembra davvero una squadra che punta ad andare in Europa League. Bisogna soltanto evitare di indebolirsi negli ultimi giorni di mercato, ad esempio cedendo Biabiany.

Il 4-4-2 di Donadoni dovrebbe vedere Mirante in porta, una linea difensiva composta da Mesbah, Paletta, Felipe e Cassani; a centrocampo titolari saranno Biabiany, Galloppa, Parolo e Valdes, mentre la coppia offensiva sarà composta certamente da Cassano e Amauri. Come dicevamo, la forza del Parma di quest’anno è senza dubbio la panchina lunga visto che, oltre ad un 11 iniziale molto interessante, sono pronti a subentrare giocatori del calibro di Morrone, Alessandro Lucarelli, Okaka, Gobbi, Sansone, Munari, Acquah, Ninis, Rosi, Marchionni e tanti altri. Insomma, le alternative non mancano.

Se a tutto questo ci aggiungiamo un tecnico di esperienza e di sicuro affidamento come Donadoni, ecco creata una squadra che potrebbe rivelarsi la sorpresa del campionato. Come sempre il Parma parte a fari spenti con l’obiettivo della salvezza, ma non escludiamo che, con una serie di risultati favorevoli, non possa chiudere con una qualificazione europea. Posizionamento finale previsto: tra l’8° e il 10° posto.

Foto: Parma su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

serie a 2017-2018

Serie A 2017-2018: tutti i verdetti

Alla Juve il suo settimo scudetto di fila: ecco tutti gli altri risultati stagionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.