Home / Sport / Calcio / Fiorentina, un mercato da big fa sognare lo scudetto 2013-2014

Fiorentina, un mercato da big fa sognare lo scudetto 2013-2014

presentazione fiorentina

Dopo tanti anni da eterna promessa, è arrivato il momento di svestire l’abito da Cenerentola e vestire quello da Principessa. La Fiorentina ci prova e, nonostante un mercato un po’ tribolato, punta ufficialmente a vincere lo scudetto. La squadra di Montella, una delle più belle ammirate nello scorso campionato, quest’anno ha messo a segno diversi colpi di mercato importanti grazie anche ad una programmazione pluriennale, e mira decisa verso le zone alte della classifica.

A pesare sicuramente ci sarà l’assenza di Jovetic, venduto al Manchester City, e chissà, forse anche quella di Ljajic. Al momento il serbo è ancora un giocatore viola, ma è evidente la sua volontà di cambiare aria, quindi Milan o no, per il momento non possiamo considerarlo nella rosa. Anche perché Della Valle gli ha promesso che se non rinnova il contratto lo tiene in tribuna per tutta la stagione. A parte il montenegrino non sono partiti giocatori importanti, ma ne è arrivato uno su tutti, Mario Gomez. Una punta di livello internazionale che certamente potrà dare il suo contributo alla viola, dato che è un attaccante da 25 gol a stagione. Insieme a lui sono arrivati altri nomi importanti come Ilicic, Ambrosini, Joaquin e molto presto anche Julio Cesar, senza considerare un importante ingaggio come quello di Giuseppe Rossi che, se avrà superato definitivamente tutti i problemi fisici, si confermerà certamente l’arma in più di questa squadra.

Una rosa già molto ben collaudata potrebbe così definitivamente migliorare. L’unico dubbio è se riuscirà a reggere alla lunga visto che l’Europa League porta via molte energie. La formazione titolare è tra le migliori della Serie A. Consideriamo per adesso portiere titolare Neto, ma se arrivasse Julio Cesar sarebbe lui il primo; in difesa confermati Roncaglia, Rodriguez, Savic e Pasqual; a centrocampo agiranno Cuadrado a destra, Joaquin a sinistra e centrali Borja Valero e Aquilani, mentre i due attaccanti saranno senza dubbio Rossi e Gomez.

In particolare in mezzo al campo c’è affollamento visto che ci sarà l’imbarazzo della scelta con Ilicic, Pizarro, Ambrosini, Romulo, Vargas e l’interessante polacco Wolski. Lo stesso si può dire per la difesa dove rimangono fuori dall’11 titolare i vari Compper, Alonso, Hegazy e Tomovic. Qualche dubbio ci viene per l’attacco. Detto dei due titolari, se ci fossero problemi con Ljajic le alternative sono soltanto El Hamdaoui e Zohore, di certo non due che fanno dormire sonni tranquilli. E se per caso dovessero esserci squalifiche o infortuni per i due titolari, i problemi per Montella sarebbero parecchi.

Ad ogni modo crediamo che l’obiettivo dello scudetto non sia così lontano, e se Ljajic dovesse rinnovare e dovesse essere ingaggiato almeno un altro attaccante di scorta, Montella potrebbe persino riuscire nel miracolo. Per com’è oggi invece la squadra crediamo che i viola possano rimanere ai vertici fino alla fine del girone d’andata, ma alla lunga possano perdere posizioni importanti. Piazzamento finale previsto: tra il 2° ed il 4° posto.

Foto: Fiorentina su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

ranking uefa

Ranking UEFA 2017: l’Italia punta al secondo posto

Il ranking UEFA aggiornato alla fine del 2017 sorride all'Italia, mai così in alto da 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.