Home / Attualità / Politica / Il Governo poteva cadere domenica, parola di Quagliariello

Il Governo poteva cadere domenica, parola di Quagliariello

ministro quagliariello

Domenica scorsa il Governo Letta è stato vicinissimo a cadere. Lo ha dichiarato questa mattina il Ministro per le Riforme Gaetano Quagliariello, uno dei massimi esponenti del Pdl, intervistato dal Corriere della Sera. Rivela l’ex “saggio” che nella riunione dei massimi esponenti del partito di Berlusconi che si è tenuta poco dopo la manifestazione di Palazzo Grazioli in cui il Cavaliere ha promesso di rimanere in campo e di voler continuare a fare politica per riformare la giustizia, il malcontento per la condanna era montato a livelli tali da far pensare di far cadere il Governo.

Non si conoscono i dettagli del piano, ma Quagliariello ha ammesso:

Domenica era pronta un’operazione per decretare la fine del governo Letta. Un’operazione che non è andata a buon fine.

Secondo il Ministro questa soluzione piace non solo agli esponenti del suo partito, ma anche a molti del centrosinistra che non vedono di buon occhio questa alleanza. Anzi, a dirla tutta anche molti esponenti del PD speravano in qualche passo falso di Berlusconi durante il suo comizio per cogliere la palla al balzo e far cadere il Governo, ma sono rimasti delusi.

Ma alla fine perché il centrodestra non ha fatto nulla, lasciando la situazione in bilico senza vincitori né vinti? Secondo Quagliariello il motivo è semplicemente una questione di calcolo. Con la Consulta che sta valutando cosa fare della legge elettorale, se il Governo cadesse oggi le strade sarebbero due: o il caos istituzionale, con il Paese ancora una volta senza Governo, ma con elezioni in cui si voterebbe con il Porcellum che non darebbe ancora una volta una maggioranza, ed in cui Berlusconi non si potrebbe candidare; oppure l’alternativa sarebbe un’altra maggioranza, probabilmente composta da PD e Movimento 5 Stelle (anche se i grillini lo negano) che potrebbe realizzare una nuova legge elettorale che faccia in modo di tenere fuori Berlusconi. Il Governo dunque continua a camminare sulla corda, ben consapevole che al primo soffio di vento potrebbe perdere l’equilibrio.

Foto: Quagliariello su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

Fratelli d'Italia

Fratelli d’Italia: il programma elettorale 2018 della Meloni

Dalla famiglia all'immigrazione, dal lavoro al welfare, i punti principali del programma di Fratelli d'Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.