Home / Sport / Calcio / Lazio, mosse di mercato e obiettivi per la stagione 2013-2014

Lazio, mosse di mercato e obiettivi per la stagione 2013-2014

presentazione lazio

La Lazio ormai ci ha abituato a piazzare grandi colpi di mercato in silenzio, per poi mostrarli in campionato e sorprendere tutti. Lo ha fatto in passato con Klose, Hernanes e tanti altri, e a quanto pare potrebbe esserci riuscita anche stavolta. Per la stagione 2013-2014 infatti, Lotito ha messo a segno diversi colpi di mercato che, in mezzo alla confusione creata dalle avversarie con Tevez, Higuain e compagni, sono passati in secondo piano. Ma potrebbero rivelarsi decisivi nell’arco dell’intero campionato.

Parliamo in particolare dei due centrocampisti Felipe Anderson e Lucas Biglia, due sudamericani poco noti al pubblico italiano, ma se fanno parte delle nazionali brasiliana e argentina, vuol dire che il loro valore è davvero molto concreto. Sono loro i due pezzi forti di quest’anno, e se davvero l’altro nuovo acquisto, Perea, si rivelasse un bel campioncino, potremo dire con certezza che la Lazio di quest’anno ha le potenzialità per essere più forte di quella dello scorso campionato. Una squadra che fino alla fine del girone d’andata puntava a vincere lo scudetto, ed anche se ha chiuso al settimo posto, ha però vinto la Coppa Italia.

Sul mercato, come dicevamo, Tare ha fatto un ottimo lavoro anche perché ha alleggerito le casse societarie di alcuni stipendi importanti di calciatori che non giocavano o addirittura erano fuori rosa come Zarate, Garrido, Foggia e Carrizo, e forse l’unico rimpianto è essersi lasciati sfuggire un discreto difensore come Diakitè a parametro zero. Ad ogni modo il mercato biancoceleste si può promuovere a pieni voti.

Lo stile con cui Petkovic giocherà nella prossima stagione non sarà un mistero. Giocherà con il 4-1-4-1 che tanto bene gli ha portato nello scorso campionato, il quale è stato il modulo perfetto quando mancava Mauri. E vista la squalifica di 6 mesi, dovrebbe essere quello definitivo. In porta confermata la saracinesca Marchetti, probabilmente il miglior portiere italiano dopo Buffon, i quattro di difesa saranno Gonzalez, Dias, Biava e Radu, con Ledesma davanti alla difesa, i quattro di centrocampo saranno Hernanes ed uno tra Biglia e Anderson al suo fianco, con Lulic a sinistra e Candreva a destra, ed ovviamente prima punta Miroslav Klose.

Sono molto buoni anche i panchinari, con una possibilità di scelta così ampia che difficilmente si può ricordare una panchina migliore in passato per i biancocelesti. Da Ciani a Ederson, da Cana a Stankevicius, passando per Kozak o Perea, le possibilità di ruotare i giocatori con l’Europa League ci sono tutte. Anche perché poi in primavera Mauri tornerà. Ovviamente lo scudetto non è alla portata del club romano, Juve, Napoli e Milan sono ancora superiori, ma certamente l’accesso all’Europa League non sarà un problema, con anche l’opportunità di puntare al terzo posto. Piazzamento finale previsto: tra il 3° ed il 6° posto.

Foto: Lazio su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

Balotelli

Brescia, Super Mario ritorna in Italia

Balotelli torna in Italia dopo tanti anni di militanza all'estero. Giocherà a Brescia, nella sua città d'origine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.