Home / Sport / Calcio / Inter, mercato e obiettivi nella stagione della rinascita 2013-2014

Inter, mercato e obiettivi nella stagione della rinascita 2013-2014

inter serie a 2013-2014

Anche se è una delle squadre più grandi e famose del mondo, probabilmente l’Inter è anche una delle maggiori incognite di questo campionato. Dopotutto dopo un nono posto nella scorsa stagione e con tanti cambiamenti nella rosa, a partire dall’allenatore, non è semplice prevedere le potenzialità di una squadra costretta a rinascere dalle macerie. I tifosi nerazzurri sono chiamati senza dubbio ad un’altra stagione di sofferenza visto che i fasti dell’era Mourinho sono lontani e la rosa a disposizione di Mazzarri non è nemmeno lontanamente simile a quella del Triplete, ma almeno le potenzialità per raggiungere l’Europa questa volta ci sono.

Sul mercato l’Inter si è mossa in maniera discreta. Ha ceduto in prestito o comproprietà praticamente l’intera Primavera in modo da far crescere i suoi migliori giocatori e poi schierarli il prossimo anno, mentre in questa finestra l’unica cessione eccellente è stata quella di Cassano. D’altra parte però sono arrivati giocatori abbastanza importanti, come Campagnaro, ma soprattutto altri che devono confermarsi ad alti livelli e per questo rappresentano un’incognita come Icardi, Belfodil e Laxalt.

La principale rivale dell’Inter però sarà come sempre l’infermeria visto che comincia già la stagione con alcuni assenti (Zanetti e Milito su tutti) e pure nel ritiro precampionato ci sono stati non pochi problemi, come l’infortunio di Kovacic. A questo va aggiunto anche che una formazione da sempre abituata a giocare con la difesa a quattro dovrà adattarsi a quella a tre, e che saranno molti i nuovi innesti da inserire, senza considerare quelli che sicuramente da qui alla fine del mercato potrebbero arrivare.

Questa potrebbe essere la formazione titolare, considerando che Mazzarri sceglierà il tradizionale 3-5-2: Handanovic; Juan, Ranocchia (o Samuel), Campagnaro; Pereira, Guarin, Kovacic, Cambiasso, Nagatomo; Palacio, Icardi. Mazzarri può anche vantare una panchina piuttosto lunga, basti pensare che fuori da questi 11 ci sono giocatori come Zanetti e Milito infortunati, o Alvarez, Mudingayi, Belfodil e Andreolli. Tutto questo senza disputare le coppe. Ma come sempre bisognerà valutare lo stato di salute di una rosa che è meno anziana rispetto allo scorso anno, ma nemmeno eccessivamente giovane. Senza le coppe però le forze dovrebbero essere sufficienti a puntare in alto, ed anche se lo scudetto sembra un obiettivo irrealizzabile, l’ingresso in Europa League sembra alla portata, e chissà che Mazzarri non riesca a compiere il miracolo, portando la squadra fino al terzo posto. Previsione piazzamento: tra il 3° ed il 6° posto.

Foto: Inter su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

Balotelli

Brescia, Super Mario ritorna in Italia

Balotelli torna in Italia dopo tanti anni di militanza all'estero. Giocherà a Brescia, nella sua città d'origine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.