Home / Sport / Calcio / Atalanta, mercato e obiettivi stagione 2013-2014

Atalanta, mercato e obiettivi stagione 2013-2014

stagione 2013-2014 atalanta

L’Atalanta si avvicina al campionato di Serie A 2013-2014 come sempre in silenzio, senza grossi clamori ma con operazioni di mercato mirate con precisione chirurgica. Nonostante si tratti di una società non proprio di grandi dimensioni, riesce ad autofinanziarsi senza cedere i pezzi pregiati. Tra le partenze infatti si registrano soltanto quella di Peluso a titolo definitivo, ma già era alla Juve dallo scorso anno, e quella di Radovanovic. Non che gli arrivi siano importanti, ma giocatori d’esperienza come Yepes e Migliaccio in queste realtà possono fare la differenza. Così come giovani interessanti come Giorgi e Nica possono crescere serenamente.

L’impressione è che rispetto alla squadra presentata ai nastri di partenza lo scorso anno, questa Atalanta sia un passettino superiore, e quindi l’obiettivo stagionale, quello della salvezza tranquilla, non dovrebbe essere mancato. Anzi, non avendo addosso pressioni di sorta, a scanso di eventi straordinari ci sono le potenzialità per ottenere la salvezza anche con un paio di mesi di anticipo, e puntare anche alla parte sinistra della classifica.

Per gran parte la rosa è rimasta la stessa dello scorso anno, e considerando che non è cambiato nemmeno l’allenatore, Colantuono, pensiamo che alla fine la formazione titolare non cambierà molto. Il 4-3-2-1 (o all’occorrenza 4-4-2) con cui dovrebbe scendere in campo prevede come sempre Consigli tra i pali, la linea difensiva composta da Lucchini, Bellini, Canini (o Yepes) e Brivio, la linea dei centrocampisti da Migliaccio, Cigarini e Carmona con Bonaventura ed uno tra Maxi Moralez e Livaja dietro la prima punta che sarà Denis.

La forza di questa squadra è inoltre che, oltre ad una buona rosa, nonostante non giochi le coppe ha anche una panchina lunga, basti dire che rimangono fuori da questo elenco giocatori esperti come Del Grosso, Stendardo, Giorgi, Raimondi o Marilungo, e quindi anche in caso di infortuni Colantuono ha diverse alternative. Previsione piazzamento fine stagione: tra l’8° ed l’11° posto.

Foto: Atalanta su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

ranking uefa

Ranking UEFA 2017: l’Italia punta al secondo posto

Il ranking UEFA aggiornato alla fine del 2017 sorride all'Italia, mai così in alto da 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.