Home / Sport / Calcio / Nuovo fuorigioco, la FIFA cambia la regola

Nuovo fuorigioco, la FIFA cambia la regola

regola fuorigioco

Cruccio degli allenatori, benedizione per i moviolisti, il fuorigioco è la regola che da sempre fa più discutere nel mondo del calcio. Nel tentativo di fare chiarezza e magari anche di favorire gli attaccanti, sperando sempre in qualche gol in più, la FIFA ha deciso di modificare nuovamente la regola. Praticamente quasi ogni anno integra il vecchio regolamento con una o più clausole che rendono sempre più stringente questo fallo.

A dir la verità cambia poco, ma con la nuova attuazione nell’arco di un campionato la modifica può fruttare anche 3-4 gol e permettere di cambiare il risultato di qualche partita. La novità riguarda la volontarietà o meno di deviare il pallone da parte del difensore. Fino ad oggi la regola prevedeva che se su un passaggio di un compagno l’attaccante si trovasse in fuorigioco, ma il pallone gli arrivasse da una giocata volontaria di un difensore (ad esempio un passaggio sbagliato), la posizione verrebbe sanata. Se al contrario la deviazione del difensore fosse fortuita, ad esempio con il pallone che gli carambola addosso mentre tenta di bloccare il tiro, allora l’arbitro deve fischiare il fuorigioco perché il tocco non è volontario.

La nuova regola esclude questa variabile. Una variabile che mette spesso in imbarazzo gli arbitri che in un secondo devono decidere sulla volontarietà o meno della giocata. In ogni caso è da giudicare volontario, a meno che il giocatore non si stesse disinteressando dell’azione. Dunque saltare ad esempio su una punizione e colpire il pallone di testa, o allungare una gamba per bloccare un tiro, saranno considerate giocate e dunque l’attaccante in fuorigioco viene riabilitato. L’unica eccezione riguarda il salvataggio di un gol, ovvero le deviazioni a pochi passi dalla linea di porta, con il portiere battuto. La nuova regola è entrata in vigore dal 1° luglio e dalle prossime gare ufficiali varrà anche nei campionati.

Foto: © Thinkstock

Potrebbe interessarti anche:

gironi mondiali 2018

Gironi Mondiali 2018: tutti i gruppi che si affronteranno in Russia

Tutto facile per Russia e Germania, insidiosi i gruppi di Inghilterra, Spagna e Brasile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.