Home / Salute / Medicina / Mal di testa da caldo: cause, sintomi e rimedi naturali

Mal di testa da caldo: cause, sintomi e rimedi naturali

mal di testa da caldo

Mal di testa da caldo: può sembrare poco comune o strano che l’emicrania sia scatenata dall’afa e dalle temperature e umidità eccessive. In realtà molte persone riferiscono di essere afflitte da mal di testa quando il termometro sale e la calura estiva non dà tregua. Fortunatamente quando è chiaro che è il caldo a scatenare il mal di testa è anche facile intervenire per alleviare i sintomi dell’emicrania.

Le temperature in rapida salita e i continui sbalzi termici sono alcuni dei fattori scatenanti del mal di testa da caldo. Secondo l’Harvard Medical School è dimostrato che l’aumento del calore e dei tassi di umidità presente nell’aria possa scatenare terribili mal di testa. L’ipotesi più probabile, secondo i neurologi, è che l’emicrania sia causata da alcuni cambiamenti nella circolazione del flusso sanguigno e nell’attività delle cellule nervose del cervello. Quando la temperatura e l’umidità aumentano, anche il flusso sanguigno accelera leggermente e questo ci provoca il cosiddetto mal di testa da caldo.

Per ridurre i sintomi del mal di testa da caldo ricorrendo a rimedi naturali, è bene indossare abiti leggeri e bere molto liquidi freddi quando le temperature aumentano, mantenendo l’organismo al giusto livello di idratazione grazie ad acqua, frutta e verdura, ricche anche di sali minerali e vitamine.

mal di testa afa caloreLa dottoressa Loretta Mueller, a capo dello University Headache Center della University of Medicine and Dentistry del New Jersey, spiega come evitare di peggiorare le cose quando fa molto caldo, consumando cibi noti scatenare il mal di testa. Una dieta contro il mal di testa non dovrebbe includere alcol, formaggi stagionati, salumi, carne a pranzo e hot dog. Questi cibi stravolgono gli equilibri chimici del nostro organismo, in special modo se non siamo abituati a consumarli anche in inverno. D’estate è infatti molto più facile lasciarsi andare durante le grigliate all’aperto di giorno e le uscite serali a bere, eccedendo con alcolici e carne grigliata ricca di nitrati, non proprio un toccasana per l’organismo.

La digestione elaborata della carne e le calorie assunte attraverso gli alcolici peggiorano la sensazione di pesantezza, sfiancano e rendono più suscettibili all’insorgenza di emicrania. D’estate, a scatenare mal di testa, è anche lo stress. Depressione, ansia e sovraffaticamento possono infatti peggiorare il mal di testa da caldo. Chi è costretto a lavorare fino a tardi, all’aperto o in ambienti angusti, quando fa molto caldo, tende a stancarsi più facilmente a causa delle alte temperature e fatica a concentrarsi, esponendosi al rischio di emicrania. Aiutatevi con la meditazione, trascorrendo molto tempo nel verde e utilizzando i giorni di vacanza per rilassarvi completamente, senza prendere ulteriori impegni.

Il mal di testa in estate può essere causato anche dall’eccesso di attività fisica, o meglio dal repentino passaggio da una vita al chiuso e sedentaria ad attività sportive impegnative, che trovano impreparato l’organismo. L’esercizio svolto irregolarmente può alterare la pressione sanguigna e l’attività delle cellule nervose. L’ideale è rimanere attivi anche in inverno e aumentare gradualmente l’esercizio fisico in estate, evitando le ore più calde della giornata e i giorni troppo torridi per allenarsi.

La dottoressa Mueller raccomanda di tenere una sorta di diario del mal di testa da caldo, per annotare tutti i possibili fattori scatenanti, dall’esercizio fisico ad alcuni cibi che possono aver contribuito e fatto da molla. In caso di forti mal di testa si può ricorrere a farmaci da banco, come l’aspirina, il paracetamolo, l’ibuprofene e il naprossene, tutti efficaci secondo la Harvard Medical School. In caso i sintomi persistano consultate un medico per valutare la prescrizione di antidolorifici più forti.

Disclaimer

Fonte: Warm weather headaches – Livestrong
Foto: © Thinkstock

Potrebbe interessarti anche:

Graffio del gatto: quali malattie può trasmettere e come curarlo

Un gatto ti ha graffiato e sei preoccupato per la trasmissione di malattie? Niente paura! Scopri come medicare il graffio di un gatto e come riconoscere i sintomi di un'infezione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.