Home / Ambiente / Energie rinnovabili / Solare fotovoltaico, entro il 2014 raggiungerà i 45 GW nel mondo

Solare fotovoltaico, entro il 2014 raggiungerà i 45 GW nel mondo

previsioni solare fotovoltaico 2014

Il solare fotovoltaico nel mondo galoppa, e non c’è crisi che tenga. Che sia per merito dei Paesi europei, degli Stati Uniti o di quelli asiatici, le installazioni fotovoltaiche sul pianeta continuano ad aumentare ad un ritmo che non si può replicare in nessun altro settore. È difficile, quasi impossibile, vedere un comparto dell’economia che raddoppia il suo indice anno per anno, ma è quello che sta avvenendo con questa forma energetica, tanto che per il prossimo anno si calcola che la produzione mondiale di energia fotovoltaica possa raggiungere i 45 GW.

Guardando i numeri di oggi questa previsione sembra persino pessimista. In occasione della conferenza Intersolar a San Francisco di questa settimana la Deutsche Bank ha presentato una relazione sulla domanda fotovoltaica in tutti i principali mercati. Ne è risultato che Giappone, Stati Uniti, India e Cina stanno imprimendo una forte accelerazione allo sviluppo del settore, ma non sono gli unici. Esistono altri mercati emergenti, come quello cileno o mediorientale, che possono contribuire in maniera maggiore del previsto.

Ad inizio 2013 la capacità installata nel mondo era di poco più di 15 GW di energia fotovoltaica, e le previsioni parlavano di un aumento di 20 GW. Ma già dopo marzo si è capito che le previsioni erano al ribasso dato che si erano toccati i 31 GW. Al momento dovremmo essere sui 35, e la previsione per la fine dell’anno dovrebbe raggiungere i 38-40 GW installati. Le previsioni del prossimo anno saranno meno ottimistiche di quelle di quest’anno perché verrà a mancare il supporto europeo visto che i mercati forti (Germania, Italia, Spagna e Regno Unito) si vanno stabilizzando. Ma la propulsione dovrebbe arrivare proprio da quelli emergenti che, secondo le previsioni della Deutsche, dovrebbero aggiungere almeno altri 5-7 GW di potenza.

La crescita maggiore arriverà dalla coppia Cina-Giappone che nel 2010 rappresentava il 10% della domanda ed in questa seconda metà del 2013 raggiunge il 45%, mentre per quanto riguarda i settori di applicazione, la spinta arriverà dalle attività commerciali dato che l’installazione sui tetti scenderà ad appena il 20% del totale. Infine, dicono gli analisti, una spinta ulteriore arriverà dall’incremento del prezzo dell’energia prodotta con i pannelli fotovoltaici che, aumentando del 10%, renderanno ulteriormente conveniente effettuare le installazioni.

Fonte: Cleantechnica
Foto: © Thinkstock

Potrebbe interessarti anche:

celle solari ibride energia pioggia

Celle solari ibride per produrre energia anche dalla pioggia

Un team di ricercatori cinesi ha creato una cella solare ibrida che genera energia anche nelle giornate piovose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.